Calata di Massa, i sindaci delle isole chiedono il ripristino della navetta e la riapertura del varco autostradale per l’accesso al porto

0
346

Anna Maria Boniello – Ormai sono due mesi che è stata soppressa la navetta che collega i due scali portuali napoletani: Molo Beverello e Calata di Massa. I sindaci dei Comuni delle isole del golfo di Napoli ieri hanno detto basta ed hanno inviato una lettera a firma congiunta al presidente dell’Autorità portuale di Napoli Pietro Spirito per chiedere un suo pronto intervento e ripristinare al più presto il sevizio interrotto, anche perché siamo alla vigilia dell’inizio della nuova stagione turistica. I primi cittadini di Capri, Ischia e Procida, nella nota, hanno anche puntato l’indice contro un altro disservizio, quello della chiusura del varco autostradale per l’accesso al porto delle auto non solo dei residenti sulle isole ma anche dei turisti che devono imbarcarsi sui traghetti ormeggiati a Calata di Massa. I due divieti impediscono il regolare flusso verso i due scali marittimi e il procrastinarsi di tale situazione sta creando malumori e disagi per residenti, turisti e pendolari costretti ogni giorno a utilizzare le vie del mare. La nota dei sindaci è stata anche inviata al presidente della IV Commissione Trasporti della Regione Campania, Luca Cascone, e al Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, per mettere al corrente di una situazione che va sempre più dilatandosi nel tempo e che obbliga i passeggeri ad effettuare un percorso lunghissimo nel pieno del traffico cittadino e viola – sottolineano i sindaci – “quel diritto alla mobilità ed alla continuità territoriale più volte invocato, ma troppo spesso dimenticato”.