Capri allunga l’estate, l’amministrazione delibera contributi per gli esercizi che resteranno aperti fuori stagione.

0
522

piazzetta barAnna Maria Boniello Capri – “Capri allunga l’estate”. Con questo slogan l’amministrazione comunale ha annunciato la delibera per lo stanziamento di duecentomila euro a favore degli esercizi commerciali che rimarranno aperti oltre la consueta finestra della stagione estiva. Un provvedimento nato da un confronto fra le associazioni di categoria dell’isola e l’amministrazione e che riguarderà tutti gli hotel, bar, ristoranti ed attività commerciali che rimarranno aperti almeno 250 giorni all’anno, di cui almeno 40 fra novembre e dicembre e 5 durante le festività natalizie. Il contributo sarà compreso fra  il 50% e l’80% della Tassa sui Rifiuti, la Tari, per l’anno 2016 e non riguarderà le categorie di attività destinate alla popolazione residente, come i negozi di alimentari. Al termine della giunta, soddisfazione da parte del Delegato al Turismo Esposito, della Delegata alle Attività Produttive Massa e del Vicesindaco Bozzaotre, “Capri, almeno in una sua parte, deve poter vivere di turismo almeno 8 mesi l’anno, da Pasqua fino a Capodanno. E’ una questione di immagine ma non solo: così miglioreremo anche la vivibilità del territorio e la condizione di tanti lavoratori oggi impiegati solo per brevi periodi e che la nuova normativa sulla disoccupazione rischia di penalizzare ingiustamente – sottolinea il consigliere Esposito, mentre la consigliere Manuela Massa aggiunge – Questo stanziamento rappresentava uno degli impegni assunti dall’Amministrazione a inizio mandato e per questo siamo molto  soddisfatti. A tutti gli operatori dell’isola chiediamo uno sforzo comune per promuovere l’iniziativa. Questo provvedimento è una risposta concreta al problema della desertificazione invernale che crea disagio ai turisti ed alla comunità isolana – conclude il Vicesindaco Bozzaotre – ora ci aspettiamo risposte di tutto il sistema-Capri”