L’Isola dei Set – Shooting in Capri

0
4077
;

Capri è di per sé un set a cielo aperto, non è un caso venga scelta da produttori, registi, attori di tutto il mondo non solo come meta di vacanza ma anche per ragioni lavorative.

sdraio1
ELLE FRANCIA 2013 PH: BEN MORRIS

Si pensi a capolavori come la Baia di Napoli, Il Disprezzo, o i  mitici film di  Totò, fino al più recente iconico spot di Dolce e Gabbana..

michelapic
MICHELA GIOVINETTI

Raccontiamo questo universo del set dentro il set con un’esperta del settore, Michela Giovinetti, napoletana di origine e caprese di adozione. Fin da giovanissima appassionata di Cinema, Michela inizia a lavorare a Napoli con grandi registi come Martone, Corsicato, Sorrentino, per poi trasferirsi a Roma dove si diploma in Produzione Cinematografica e Televisiva.

Dal 2004 vive a Capri dove lavora stabilmente come Location Manager per le Produzioni che girano film e pubblicità sull’isola ed in costiera amalfitana. (www.caprilocationservice.com)

Tra gli ultimi clienti : Louis Vuitton, Ralph Lauren, Gant, Zegna, ma il suo portfolio vanta anche lungometraggi e progetti didattici con studenti capresi.

Michela è un’antidiva, faccio fatica persino a strapparle una foto che la ritrae. C’è da aspettarselo con chi lavora dietro le quinte.

E’ l’antitesi dell’impiegata d’ufficio ( di fantozziana memoria), di rado riesce a programmare una vacanza, soprattutto prima di dicembre, e per lavoro può doversi trovare all’alba a Villa Damecuta o a Casa Malaparte al tramonto.. Dura la vita, eh?

vogue
D&G PER VOGUE JAPAN PH: BOO GEORGE

Ma facciamo un passo indietro, la formazione in Cinema : “Aver frequentato il Centro Sperimentale di Cinematografia mi ha dato l’opportunità di imparare tantissimo, di acquisire un metodo, nonché di approfondire la passione per la settima arte che nutrivo fin da bambina” , afferma con convinzione Michela, che aggiunge, “ma senza la gavetta sui set non avrei mai avuto quella conoscenza tecnica fondamentale per il mio mestiere. Quella si impara a fondo solo con l’ esperienza sul campo. Ancora oggi, nonostante faccia questo lavoro da tanto tempo, mi stupisco del fatto che c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire!”

macchina
FICTION CAPRI- II Serie
damare
FILM “VILLA AMALIA” di BENOIT JACQUOT

Guardando il tutto da dietro la macchina da presa, ci accorgiamo presto che quando si gira un film o uno spot due mondi vengono a incrociarsi e Michela deve quindi mediare tra due soggetti : da una parte soddisfacendo le esigenze del committente, dall’altra agendo da garante per il proprietario della location.

La bravura di un location manager sta proprio nel conciliare le esigenze (che spesso diventano pretese) del cliente, con quelle dei proprietari (o dei gestori) della location scelta.

“Ospitare una troupe è una vera e propria invasione degli spazi, per cui preferisco essere molto precisa fin dall’inizio, spiegando dettagliatamente quali saranno i pro e i contro. Questa mia chiarezza fa sì che si stabilisca un rapporto di fiducia con i proprietari della location, che si sentono poi in qualche modo rassicurati dalla mia presenza. Ma se capisco, per esempio, che una persona è molto gelosa della sua casa, la escludo subito, sarebbe un inferno per noi e per lei…

Lavorare in un luogo normalmente aperto al pubblico, come può essere un bar, un ristorante o uno stabilimento balneare azzera una serie di difficoltà logistiche, anche se a volte non ci è concesso l’utilizzo esclusivo, e quindi dobbiamo essere molto bravi a non disturbare la quiete dei clienti del nostro ospite.

 

Ralph Lauren
Ralph Lauren SS 2014

Operare in una villa privata, invece, permette di muoverci liberamente, utilizzando gli spazi secondo le esigenze del regista o del fotografo.”

Come fai ad adeguarti alle richieste, spesso (quasi) impossibili, dei clienti operando in un contesto isolano e spesso restrittivo dal punto di vista logistico?

RALPH LAUREN SS 2014 PH: OBERTO GILI- JK PLACE

“A differenza di quanto si possa pensare, una volta sbarcati sull’isola per i primi sopralluoghi, la troupe si rende conto da sola degli inevitabili limiti di un territorio piccolo come quello di Capri, soprattutto per quanto riguarda il trasporto del materiale tecnico e le difficoltà degli spostamenti da una location all’altra.

Ragion per cui, le richieste si ridimensionano da sole immediatamente..! Anche se mi è capitato di dover far fronte a pretese assurde e spiegare che : No, il regista non può avere l’auto privata che lo aspetta all’ingresso dell ’albergo (anche se ce l’ha in contratto) semplicemente perché, pur volendo, l’auto nelle viuzze del centro di Capri, che tra l’altro è isola pedonale, non ci passa proprio…!”

 

macchinamodella
LOUIS VUITTON PH:MARK SEGAL

 

Location da sogno e partnership perfette: puoi farci qualche nome?

“Uno dei motivi per cui continuo ad amare questo lavoro è che ti apre le porte di luoghi normalmente non accessibili al pubblico, o di cui a volte ignori addirittura l’esistenza.

Mi è capitato di girare una pubblicità nella Reggia di Caserta nel giorno di chiusura, e quindi di averla avuta a nostra completa disposizione, o in Ville o Hotel meravigliosi a Capri o in costiera amalfitana, come il JK Place o l’Excelsior Vittoria di Sorrento.

reggia
SPOT GRIFFON-TAIWAN- REGGIA DI CASERTA

Ho appena finito dei sopralluoghi per un progetto americano, e abbiamo alloggiato per una settimana in una Villa del Settecento a strapiombo su Positano, che utilizzeremo anche come set. Una location pazzesca!

caprese

Ad oggi, comunque, tra le mie location preferite ci sono sicuramente Casa Malaparte, dove ho avuto il privilegio di accedere più volte, il Faro di Punta Carena, dove abbiamo girato alcune scene della fiction “Capri”, ed Il Riccio, a due passi dalla Grotta Azzurra , la scorsa estate con House of Peroni abbiamo intervistato lo Chef Salvatore.”

 

 

Quanto è determinante instaurare buone relazioni interpersonali sul territorio?

” Aiuta tanto avere la capacità di capire chi hai di fronte. Spesso si lavora in piena stagione turistica, quando lo stress è ai massimi livelli, per cui bisogna essere bravi a mediare fino ad ottenere quello che il cliente aveva in mente. Personalmente devo dire che, dopo più di 10 anni che vivo e lavoro a Capri, ho ottimi rapporti umani e professionali con tutte le persone che coinvolgo quando giriamo un film o facciamo un servizio fotografico. Ormai siamo una vera e propria squadra!”

shooting
PHOTO-SHOOTING “LOUIS VUITTON” – 2011. PH: MARK SEGAL

Che posto occupa la creatività nel tuo lavoro?

 

Gant
GANT- PH: ALEXI LUBOMIRSKI

“Lavoro a stretto contatto con il regista o il fotografo e l’art director. Devo essere in grado di interpretare le loro idee e renderle concrete.  Quello del location manager è un mestiere molto creativo. E’ una grossa soddisfazione quando riesco a trovare la location che il regista aveva in mente.”

 

 

 

 

Certosella
RALPH LAUREN- HOTEL LA CERTOSELLA

Quanto è importante essere discreti, soprattutto quando si tratta di video esclusivi in location private? “La discrezione nel mio lavoro è fondamentale, sia per quanto riguarda le location, in particolare per salvaguardare la privacy dei proprietari di casa che ci ospitano, sia per quanto riguarda il progetto stesso.

 

 

 

voguejapan
SHANGHAI TANG SS 2015 

Si pensi alle campagne pubblicitarie, che vengono fotografate l’anno prima. Se venissero pubblicate foto prima dell’uscita del prodotto, si rischierebbe di bruciarla.

Per questa ragione sul set è vietatissimo fare foto e soprattutto divulgarle. Si rischia una denuncia.”

 

 

 

puntatragara
SHANGHAI TANG SS 2015 PHOTOGRAPHER: RICHARD RAMOS Hotel Punta Tragara

 

 

 

Michela , next step?

“Ti posso dire che dopo tanti servizi di moda, sto seguendo un film ambientato interamente ad Anacapri, di un famoso regista francese e una serie televisiva americana diretta da una coppia di famosi registi hollywoodiani.

Di più non posso rivelare, la privacy incombe…!!”

 

 

uomojapan
SHANG TANG SS 2015 CAMPAIGN PHOTOGRAPHER: RICHARD RAMOS

 

AnnaChiara Della Corte

acdellacorte@capripress.com

 

ENGLISH VERSION: lespritdefinesse.wordpress.com