Dopo due anni torna a Capri il convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria.

0
1133

giovani-imprenditori-confindustria01Anna Maria Boniello. Capri – Torna sull’isola azzurra in ottobre il meeting dei giovani industriali per il suo trentesimo compleanno. La notizia è ufficiale e dopo essere sfuggita alle maglie dello stretto riserbo agli addetti ai lavori si è diffusa in un lampo nell’isola dove nel lontano 1986 un giovane Antonio D’Amato al comando dei imprenditori juniores di Confindustria organizzò il primo convegno che metteva a confronto le tesi dei giovani industriali con i  grandi leader del mondo economico e politico italiano di quel tempo. Nel corso degli anni si sono avvicendati sul palco del Grand Hotel Quisisana nomi che hanno fatto la storia dell’economia e della politica italiana, da Agnelli a Andreotti, da Raul Gardini a Luigi Abete, da D’Alema a Luca Cordero di Montezemolo, da Veltroni a Berlusconi ed una lunghissima lista di ministri che nell’occasione del meeting sceglievano la platea dei giovani confindustrialini per sondare linee politiche e strategie economiche. Il tradizionale appuntamento fisso nel mese di ottobre con Capri si interruppe nel 2013 quando il meeting dei giovani industriali lasciò Capri per dimostrare solidarietà alla città di Napoli che aveva subito il duro colpo del rogo di Città della Scienza. Due anni di assenza ed ora l’inaspettato e felice ritorno che ha visto arrivare a Capri l’attuale presidente dei giovani imprenditori e vicepresidente di Confindustria Piemonte Marco Gabriele Gay per riprendere quel filo che si era interrotto. Prima tappa ovviamente è stato il Grand Hotel Quisisana, l’antico albergo sede storica del meeting autunnale e che in quei giorni si trasforma in un vero e proprio laboratorio economico e politico, diventando la sede ufficiale a Capri di quella centrale di Confindustria nella Capitale a Viale dell’Astronomia. Ovviamente la notizia è stata accolta con soddisfazione dai vertici del Grand Hotel Quisisana che si è visto riconfermare la fiducia del leader del mondo confindustrialino al quale è già stata garantita la collaborazione massima per far sì che il meeting ottenga il consueto riscontro di successo in organizzazione, unitamente alla grande visibilità mediatica che l’isola di Capri ha sempre garantito all’evento. E intanto è già partita la macchina organizzativa sia all’interno del Quisisana che diventerà la sede primaria del convegno che nelle altre strutture del comparto turistico che dovranno ospitare i partecipanti della tre giorni che si sa che avverrà a metà ottobre anche se ufficialmente non sono stati comunicate le date esatte quando saranno spente le virtuali trenta candeline del convegno.