Si accendono sabato le luci di Natale a Capri, torna il gemellaggio con la Val di Sole.

0
1732

nataleTeodorico Boniello. Capri – Con il mare incontra la montagna, si rinnova anche quest’anno il gemellaggio tra Capri e la Val di Sole, dando il via alle festività natalizie sull’isola azzurra con l’accensione delle luminarie e l’albero ecologico in piazzetta fissata per la sera di sabato 6 Dicembre. A rappresentare la ridente località montana del Trentino sarà presente il Presidente della Provincia di Trento Ugo Rossi, con il sindaco di Capri Gianni De Martino a fare gli onori di casa con l’accensione delle luminarie nel paese e del grande albero ecologico, che sarà illuminato sotto una nevicata artificiale, in un’atmosfera di festa che vedrà in piazza il folklore e la gastronomia delle due località. E quest’anno ci sarà il ritorno di un’antica tradizione caprese, con il braciere delle caldarroste sotto l’arco del Longano, un tuffo nel passato ideato dai fratelli Vertecchi e Giancarlo Vissani che all’ingresso del loro ristorante, proprio come nel secolo scorso, sarà piazzato il forno delle caldarroste che saranno offerte agli ospiti dell’isola e capresi insieme ad un fumante vino caldo. E dopo la musica trentina in piazzetta con il maestro Bruno Paganini, al via il gemellaggio gastronomico con i piatti della tradizione caprese preparati dagli studenti dell’Istituto Alberghiero di Capri coordinati dallo chef Renatino De Gregorio e con la collaborazione delle Pacchiane di Anacapri e le specialità trentine preparatiadagli allievi del Centro di Formazione Professionale Trentino Enaip di Ossana, coordinati dai docenti Raffaele Albasini ed Alessandro Saiu. Ed al termine mele Melinda per tutti che gli ospiti dalla Val di Sole hanno portato sull’isola come simbolo della natura delle loro montagne.