Capri, boom di vip e turisti Ennesimo pienone nei locali

0
114

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Capri a stelle e strisce per il secondo week-end di settembre. L’isola azzurra si conferma ombelico del mondo e località turistica ambita e gettonata, dove passeggiando tra il dedalo di vie e viuzze intorno alla piazzetta, si sentono lingue dei cinque continenti, simbolo del ritorno del turismo straniero e dell’ennesimo pienone in alberghi, ristoranti e bar, all’insegna degli States. E il legame tra Capri e gli Stati Uniti d’America ha avuto un ideale testimonial d’eccezione in questo senso. Alla taverna Anema e Core, infatti, è sceso Damian Lillard, top player dell’Nba, cestista nei Portland Trail Blazers, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo, che ha scelto proprio la terra dei Faraglioni per il suo viaggio di nozze con la neo-sposa Kay’ La Hanson. E ad accoglierli dopo il fatidico sì è stato Gianluigi Lembo con la sua band. A Dame Dolla, lo pseudonimo da rapper del giocatore americano, che ha inciso dal 2015 già tre album e diversi singoli di successo, anche insieme a Snoop Dogg, ha particolarmente divertito nella sua venuta sull’isola azzurra il ritmo di O’ Surdato Nnammurato e ‘A Città e Pulecenella, due brani della tradizione musicale partenopea che hanno co invo lto il drappello di special guest statunitensi con tanto di tamburelli e mani alzate. Damian Lillard, va così ad aggiungersi allo speciale albo d’onore degli ospiti illustri made in States e divi dell’Nba dell’Anema e Core, insieme a Magic Johnson, Micheal Jordan, LeBron James e Dwyane Wade. Un amore, quello dei turisti americani, per lo scoglio caro all’imperatore Tiberio, che ha portato ad un vero e proprio overbooking in questo fine settimana, dove si continuano a registrare numeri record, atmosfere ideali per un turismo di qualità, tra esclusive cene in eleganti ristoranti, soggiorni all’insegna del relax negli hotel e discese al mare, con lettino ed ombrellone in uno dei beach club isolani da alternare con lo struscio al ritorno dalla tintarella, lungo via Camerelle, la Fifth Avenue caprese dalle scintillanti vetrine, prima dell’aperitivo seduti ai bar della piazzetta, il salotto del mondo, come un vero e proprio rito.