A Capri finto corriere truffa anziana, caccia aperta al malvivente

0
359
truffa ad anziani

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Una finta consegna di un pacco costa ad un’anziana signora soldi e oggetti preziosi. Torna di attualità anche a Capri il raggiro che prevede il finto nipote contattare la nonna per preannunciarle la consegna di un pacco con pagamento in contanti. La povera vittima, un’anziana donna isolana, dopo aver ricevuto la telefonata di quello che credeva suo nipote, ha aperto la porta a un falso corriere che le ha recapitato quanto il suo complice aveva annunciato al telefono. E per riceverlo la nonnina ha elargito soldi e preziosi, si parla di varie centinaia di euro e qualche oggettino in oro, su suggerimento del falso nipote, mentre la confezione-regalo ricevuta si è rivelata essere il classico paccotto. I familiari della vittima hanno presentato denuncia, nella speranza di poter risalire agli autori. Anche a Capri, purtroppo, si affaccia un nuovo incubo per le persone anziane, dopo quello delle truffe telefoniche messe a punto simulando di essere parenti in pericolo che esigevano un immediato versamento di denaro. Una tecnica che vide tra le sue ignare vittime anche persone dell’isola che, sollecitate da parenti che si dichiaravano in difficoltà, si precipitavano a dare un supporto economico salvo, poi, scoprire che il soccorso in denaro finiva in una rete truffaldina che per qualche tempo ha tenuto in scacco varie località campane. Ora il pericolo si affaccia di nuovo, questa volta con finti pacchi e falsi nipoti e in particolare per gli anziani, e sulla terra dei Faraglioni è partito l’appello alla cittadinanza che nel caso ci si imbatta in situazioni che destano o sospetti, la raccomandazione è di segnalare, immediatamente, a chi di dovere, l’accaduto. Di recente anche in penisola sorrentina, sono state presentate diverse denunce ai carabinieri e ai poliziotti. Numerosi gli anziani che hanno subito truffe anche da diverse migliaia di euro. Uno dei raggiri più cospicui degli ultimi tempi vide una donna di Marina Grande consegnare – con soldi e oggetti preziosi – una somma di decine di migliaia di euro a un finto corriere.