All’Olivo del Capri Palace Jumeirah dinner esclusivo con flut di “Krug x Onion”

0
261
All RIghts Reserved www.albertoblasetti.com

Fonte: comunicato stampa

Il Capri Palace Jumeirah ha ospitato nella splendida location del ristorante due stelle Michelin L’Olivo, l’esclusiva cena “Krug x Onion”. Un appuntamento per celebrare l’incontro tra la pregiata ricercatezza della Maison ed il più antico ortaggio coltivato della storia: la cipolla. Un incanto a più strati, nel contesto unico della parte più esclusiva dell’isola, Anacapri. In occasione del rendez-vous, che prenderà il via dalle ore 20:00, gli ospiti potranno degustare Krug Grande Cuvée e Krug Rosé, accompagnati dallo speciale menù ideato dall’Executive Chef Andrea Migliaccio. “La bottiglia sprigiona sempre una passione condivisa, poiché ognuno concorda che la vera essenza degli Champagne Krug è il piacere.” Capri Palace Jumeirah Il Capri Palace Jumeirah si trova ad Anacapri, dove si avverte ancora il sapore di Capri nella sua completezza e dove tutto risulta più autentico. E’ qui, infatti, che gli artisti nel tardo settecento venivano a ispirarsi per poi creare il capitale artistico non solo di Napoli ma dell’intero Paese. Nella struttura l’arte occupa un ruolo rilevante – in considerazione delle numerose opere, di artisti famosi e minori, esposte nelle aree comuni – e ben si sposa con l’ospitalità italiana, così apprezzata da tutti gli ospiti. Anche nelle camere, 68 in tutto, si apprezzano i tratti artistici o cinematografici che le hanno ispirate. Il ristorante L’Olivo, due stelle Michelin dal 2011, è l’unico bi-stellato dell’Isola di Capri – mentre Il Riccio è l’iconico ristorante pieds dans l’eau accanto alla Grotta Azzurra. Entrambi i ristoranti sono sotto la guida dell’Executive Andrea Migliaccio. La Capri Medical Spa, infine, propone agli ospiti una serie di trattamenti esclusivi, tra cui la rinomata Scuola delle Gambe®. Krug La Maison è stata fondata a Reims nel 1843, da Joseph Krug, personalità lungimirante e anticonformista con una filosofia che non ammetteva compromessi. Avendo compreso che l’essenza dello Champagne è il piacere in sé, cullò il sogno di offrire il meglio dello Champagne ogni anno, indipendentemente dalle variazioni climatiche del periodo. La grande attenzione prestata al carattere di ogni vigneto, il rispetto per l’individualità di ciascun appezzamento e dei suoi vini, oltre alla creazione di una vasta biblioteca di vini di riserva di molte annate diverse, permisero a Joseph Krug di realizzare il suo sogno. Con un approccio molto originale alla creazione dello Champagne, decise di andare oltre la nozione stessa di Millesimato, per creare la massima espressione dello Champagne, anno dopo anno. Fondò quindi una Maison in cui tutti gli Champagne vantano lo stesso livello di distinzione e in cui ciascuno illustra una particolare espressione della natura.