Imbarcano acqua a bordo Salvati diportisti stabiesi

0
103
Seggiovia Monte Solaro

Fonte. Metropolis

di Marco Milano

A Capri mare affollato, oltre settemila euro di multa, altri diportisti tratti in salvo e una tartaruga salvata. Acque dell’isola azzurra prese d’assalto, come di consueto nella stagione calda con la guardia costiera impegnata in varie attività. A rischiare che la gita nel mare caprese potesse trasformarsi in dramma sono stati alcuni diportisti di Castellammare di Stabia che hanno chiesto aiuto a bordo di un natante che stava imbarcando acqua a pochi passi dalla Grotta Azzurra. L’intervento della motovedetta Cp Sar 858 consentiva di raggiungere i diportisti che erano stati assistiti da un gommone degli stabilimenti balneari e trasbordarli in buone condizioni di salute. Gli uomini della Capitaneria evitavano l’affondamento con conseguenti e gravi danni all’habitat marino insieme all’imbarcazione degli ormeggiatori. Secondo una prima ricostruzione dei fatti a causare l’episodio è stato un lieve cedimento del fasciame del gozzo in legno di circa sette metri. E anche Marina Piccola e la baia dei Faraglioni sono stati involontari protagonisti di una situazione similare, in questo caso a trascorrere momenti difficili sono state cinque persone, due delle quali minorenni, a bordo un natante di circa sei metri che dopo il salvataggio da parte degli uomini della Guardia Costiera con il battello Gc B 123 e la motovedetta Cp Sar 858 e il Gruppo Ormeggiatori di Capri si è saputo aver subito l’affondamento probabilmente per l’errata sistemazione dei pesi a bordo e per il contestuale malfunzionamento alla pompa di sentina. Tartaruga tratta in salvo, dicevamo, a circa un miglio e mezzo dalla costa mentre si trovava in difficoltà ed in stato di agitazione. L’esemplare veniva monitorato e filmato da parte dei militari intervenuti e, tramite contatti con la Stazione Zoologica A. Dorhn si scopriva che si trattava di un esemplare femmina, prossimo alla nidificazione. Poco dopo, comunque, la tartaruga riusciva regolarmente a proseguire nell’immersione senza ulteriori problemi. Inoltre sempre nelle scorse ore da registrare l’intervento per un malore ad un passeggero di uno yacht. Infine la task force dei controlli ha portato a diverse sanzioni amministrative tra le quali un conduttore con patente nautica scaduta, un mezzo in sosta vietata, per un totale di circa settemilacinquecento euro. Multa di oltre duemila euro nei confronti di una società di navigazione per inosservanza di ordinanze marittime e di tremilaseicento euro per locazione abusiva.