Più sicurezza sull’arenile di Marina Grande

0
258
Seggiovia Monte Solaro

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

A Capri al via le opere di livellamento e di sistemazione dell’arenile della spiaggia pubblica di Marina Grande. Il comune di Capri ha appena affidato i lavori di restyling del litorale pubblico più grande dell’isola. Un’iniziativa resa necessaria secondo quanto sottoscritto nel dispositivo emesso dal municipio caprese a seguito delle mareggiate avutesi nel periodo invernale. Nello specifico documento di affidamento delle opere è stato evidenziato che si è conclamato un arretramento dell’arenile della spiaggia libera di Marina Grande, con formazione di numerose dune con l’affioramento di grossi massi che la rendono insicura e pericolosa per i bagnanti che si apprestano a beneficiarne l’uso per la stagione estiva alle porte. Il riassetto generale della spiaggia che a ridosso del porto commerciale di Capri nel borgo marinaro di Marina Grande accoglie ogni giorno centinaia di bagnanti sia isolani che vacanzieri, con un gran numero di bambini avverrà con uno specifico intervento. In vista dell’avvio della stagione turistica si legge – occorre eseguire, come per il passato, una risistemazione dell’arenile, mediante interventi con mezzi meccanici adeguati. Poco meno di diecimila euro, questa la cifra messa a disposizione dal comune di Capri con determinazione dirigenziale per sostenere gli interventi di livellamento e di sistemazione dell’arenile della spiaggia pubblica. A proposito di Marina Grande, ma anche dell’altro versante isolano di Marina Piccola, ci potrebbero essere delle novità di gestione. Secondo la norma della legge di stabilità che consente ai comuni che ne fanno richiesta di farsi carico dell’amministrazione portuale, infatti, Capri potrebbe vedersi affidare sia il porto di Marina Grande che il piccolo molo di Marina Piccola. I due approdi rispetto alla suddivisione rientrano nell’ambito che comprende sia l’isola di Capri che la penisola sorrentina. E se continueranno ad essere di competenza regionale gli spazi delle banchine, con le annesse infrastrutture ed i prospicienti specchi d’acqua, riservate al trasporto marittimo, Capri potrebbe comunque iniziare a vedere una svolta sul tema della gestione diretta dei porti contenuti nel proprio territorio