Servizi sociali, un progetto per aiutare le famiglie

0
120

Fonte: Medtropolis

di Marco Milano

A Capri Inclusione con supporto alle famiglie e progetti per disabili e disagiati. Sono stati prorogati i termini della presentazione delle istanze per prendere parte all’iniziativa mirata a offrire servizi di supporto alle famiglie capresi e finalizzati a sostenere la fuoriuscita dalle condizioni di svantaggio. Attività che consentiranno sia possibilità per le famiglie, che percorsi di empowerment e tirocini di inclusione sociale per persone con disabilità e persone svantaggiate. Secondo il bando nell’ambito del piano sociale di zona si potrà offrire alla cittadinanza isolana, per quanto concerne i servizi di supporto alle famiglie numerose attività educative territoriale per ragazzi sino ai diciotto anni sia per il sostegno scolastico ma anche di educazione di gruppo, laboratori teatrali e di scrittura creativa. Inoltre il progetto Io non ci sto svolto in sinergia tra genitori e docenti ed escursioni e visite guidate da attivare durante il periodo estivo. Previsto il sostegno alla genitorialità attraverso il counseling genitoriale ma anche incontri su alimentazione e salute. Inoltre incontri sulla sicurezza e la casa a misura di bambino. Nel dispositivo comunale sottoscritto dal coordinatore dell’ambito territoriale N34 Vilma Coppola, che fa seguito a un lavoro di programmazione svolto di intesa coi comuni di Capri e Anacapri, e gli assessori alle politiche sociali, rispettivamente Salvatore Ciuccio e Manuela Schiano, sono stati anche presi in considerazione servizi di affiancamento rivolti a nuclei familiari con minori sino a uno anno di età. In programma anche La Casa Azzurra rivolto a nuclei familiari con figli sotto tre anni di età che non frequentano il nido comunale e che potranno partecipare a incontri dedicati presso il micronido Lo Spazzolino.