«Più siero anti contagi nelle città turistiche. Così riparte il lavoro»

0
69

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Capri e le località turistiche zone bianche a vaccinazione integrale. La proposta lanciata sull’isola azzurra dalla Pagina di Catilina sul periodico 535 di Costantino Federico, già sindaco di Capri, potrebbe rappresentare una novità da seguire se si vuole attuare una ripartenza 2021 all’insegna della rinascita dell’economia turistica. E se con una campagna vaccini a tappeto si potrebbe in poco tempo inoculare il siero all’intera popolazione isolana, Capri si presenterebbe ai nastri di partenza della nuova stagione turistica zona bianca e covid free. Un’azione incisiva per dare una svolta al periodo di pandemia e iniziare a guardare al futuro del terziario sulla terra dei Faraglioni. Un’idea che conferma quanto da primo cittadino di Capri Costantino Federico ha sempre dimostrato lungimiranza e che merita attenzione e anzi, se si adottasse lo stesso criterio anche nelle altre isole del golfo, in penisola e costiera, ci sarebbe per il turismo campano una vera luce, la fine di un tunnel, con Capri, in questo senso a rappresentare la località pioniera, faro e guida per un roseo 2021. Nulla di impossibile con organizzazione, impegno e programmazione, mettendo in piedi un calendario, infatti, calcoli alla mano, in un paio di mesi si vaccinerebbe l’intera cittadinanza di Capri e di Anacapri. Un’attività che potrebbe poggiarsi sull’ospedale, ma anche sulle farmacie ed altri presidi locali, sulla falsariga di quanto avvenuto con la Mostra d’Oltremare a Napoli. Analoga campagna si potrebbe attuare in altre zone turistiche, in particolare le altre isole del golfo, con Capri testimonial d’eccezione e zona bianca dove vivere una vacanza in assoluta sicurezza