Trasporto bus, sì a più corse per evitare assembramenti

0
99

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Possibile potenziamento a Capri delle corse di trasporto pubblico in fasce orarie che dovessero registrare criticità. Da uno scambio collaborativo di note tra la delegazione dell’isola di Capri dell’Unione Nazionale Consumatori e le aziende che gestiscono la mobilità interna sull’isola azzurra, è emersa la possibilità che potrebbero essere implementati in alcuni momenti della giornata e per specifiche tratte gli orari di collegamento tra i territori interni all’isola azzurra. Il delegato isolano dell’Unione consumatori Teodorico Boniello ha già inoltrato le prime segnalazioni di orari e tratte che potrebbero registrare necessità di più corse considerando la concomitanza con lo sbarco di aliscafi e traghetti che trasportano lavoratori pendolari sia del comparto pubblico che privato o negli orari di maggiore flusso sulla tratta che collega Capri con Anacapri. In un rapporto di collaborazione il numero uno dei Consumatori isolani, che sta seguendo costantemente le problematiche legate ai trasporti sollecitato dagli utenti, isolani e pendolari, che quotidianamente utilizzano sia i mezzi via mare che i terrestri e con l’unico obiettivo di farsi portavoce di istanze che possano sollevare le persone nella loro quotidianità da possibili disagi, ha fatto anche notare come attualmente la mobilità sul territorio caprese non sia particolarmente legata a restrizioni e che in prospettiva ci potrebbe essere anche una riapertura graduale delle scuole che aumenterebbe l’esigenza di collegamenti interni. Boniello in rappresentanza dell’Unione nazionale Consumatori ha, quindi, evidenziato come prevedere potenziamenti, laddove necessari, considerando anche la necessaria attuale riduzione della capienza dei mezzi di trasporto, sia un modo per evitare eventuali «file, assembramenti agli stazionamenti e disagi per l’ utenza e per i pendolari nei collegamenti». La delegazione isolana dell’Unione nazionale Consumatori che ha ricevuto di recente il Premio Vincenzo Dona 2020 come «realtà locale dell’anno» sta approntando anche una «linea diretta» con gli utenti, aprendo un canale dove ricevere segnalazioni relativamente ai trasporti marittimi e terrestri