Stretta sui controlli dei carrelli elettrici Ecco il sistema 2.0

0
174

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

A Capri carrelli elettrici a transito zero, arrivano nuovi dispositivi di controllo. Potenziato il sistema di monitoraggio delle attività dei mezzi a trazione elettrica, gli unici autorizzati a circolare lungo il territorio caprese completamente pedonale. Piccoli carrelli suddivisi in vari colori a seconda della categoria di riferimento che hanno precise regole di condotta, dai giorni e orari di circolazione, alle zone e strade percorribili e quelle vietate. E per effettuare un costante screening da tempo erano state posizionate delle stazioni di rilevamento per il controllo automatico della circolazione dei carrelli elettrici. Su ogni mezzo che si inoltra lungo le strade isolane è installato un dispositivo Tag che serve a controllare transiti e nell’immediato futuro anche i tempi medi di percorrenza. Una sorveglianza continua al parco di oltre 100 veicoli tra i blu deputati al trasporto di materiale edile, i rossi utilizzati da artigiani e commercianti, quelli di colore verde dagli alberghi mentre il giallo segnala la presenza di mezzi di competenza di portabagagli, corrieri, portapacchi e trasporto valigie. Secondo le ultime ispezioni, però, sembra che siano risultati carrelli elettrici a zero transito, ovvero che non avrebbero compiuto alcuna attività, né avrebbero mai circolato lungo le strade comunali. Una falla nel sistema, che potrebbe essere stata causata dal ciclo di vita dei dispositivi Tag, che essendo autoalimentati da batterie, potrebbero aver esaurito la loro energia. L’acquisto di nuovi dispositivi, dunque, servirà a verificare la corretta mobilità nelle strade e stradine pedonali dell’isola azzurra. «Sono stati recentemente eseguiti dei monitoraggi statistici dai quali è risultato che molti carrelli hanno transiti 0, verosimilmente determinato dai Tag con batterie esaurite» si legge nel dispositivo comunale.