Ermanno Zanini dal Capri Palace alla guida del lussuoso Burj Al Arab Jumeirah di Dubai

0
3621

da redazione

A guidare nei prossimi mesi il prestigioso hotel Burj Al Arab di Dubai è stato chiamato Ermanno Zanini, dal 2002 general manager del Capri Palace. Il Burj Al Arab fa parte della catena di alberghi di lusso Jumeirah di cui lo stesso Zanini riveste il ruolo di vicepresidente per il Sud Europa e che lo scorso anno ha acquisito nel suo portfolio proprio il Capri Palace, l’icononica struttura di Anacapri.

Del nuovo incarico ne dà notizia anche l’edizione odierna di Il Mattino. Il curriculum del manager è ricco di incarichi di prestigio: “Ho diretto il Four Seasons di New York e quello di Milano in Italia e poi nel 2002 ho iniziato la mia straordinaria avventura caprese – ha dichiarato – Il Capri Palace in questi anni è diventato un punto di riferimento dello star system e del turismo internazionale anche grazie alla qualità del suo ristorante, L’ Olivo, che ha conquistato due stelle Michelin”.

A Dubai Zanini intende riproporre l’identica ricetta di successo già sperimentata ad Anacapri ed infatti, fa sapere, nei ristoranti del Burj Al Arab si gusteranno piatti della tradizione mediterranea, proposti in una chiave gourmet internazionale. La missione di Zanini sarà quella di portare nel grand hotel di lusso che guarda al deserto i principali elementi della mentalità e del gusto caprese. Poi tornerà sull’isola Azzurra alla vigilia della stagione turistica del 2021, “in una primavera che, si augura, speriamo segni un nuovo inizio per tutti”.

Il suo primo impegno arriva in occasione delle feste di fine anno: il Burj Al Arab riaprirà il 16 dicembre e per le feste è previsto un massiccio afflusso di turisti da tutto il mondo. “Molti arriveranno con jet privati, altri con grandi yacht, che approderanno direttamente nell’ isolotto quasi interamente occupato dall’ hotel” fa sapere Zanini.