Un progetto per allargare la Provinciale

0
286

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Progetto esecutivo per allargare la strada provinciale Capri-Marina Grande, il comune di Capri va avanti. Per le opere per l’ampliamento dell’arteria stradale che collega la località Due Golfi con la zona portuale dell’isola, infatti, dal municipio isolano si è messo nero su bianco di procedere anche con eventuali espropri. La strada provinciale, la numero 66 che dopo l’intesa tra il comune isolano e la città metropolitana di Napoli era stato deciso di allargare per migliorare la viabilità e mettere un freno ai continui congestionamenti alla mobilità dei periodi turistici, dunque, con una recente determina comunale attesta che si è stabilito di procedere all’esproprio delle aree site in via Provinciale Marina Grande e via Provinciale Anacapri in località Due Golfi di proprietà privata. I lavori di allargamento della 66 Marina Grande di Capri, quindi, saranno rispondenti alla relativa progettazione fatta salva la possibilità da parte dell’amministrazione comunale di addivenire sempre ed in ogni forma giuridica ad accordi bonari con i proprietari interessati secondo tempi e modalità da definire. La giunta comunale di Capri, guidata dal sindaco Marino Lembo, in questo senso nei mesi scorsi aveva già avviato l’iter dell’ampliamento della strada dando mandato di proseguire con l’attività di programmazione e pianificazione dell’intervento, dando nuovo impulso alle attività già avviate e fornendo nuovamente ai settori competenti gli opportuni indirizzi affinché l’opera pubblica in questione trovi finalmente attuazione. Il progetto di livello preliminare dei lavori in questione poteva anche contare sull’accesso alle risorse economiche previste dal piano strategico della città metropolitana per oltre settecentocinquanta mila euro. Il dispositivo, appena pubblicato, dunque con il quale il comune di Capri si è pronunciato rispetto alle osservazioni mosse dai proprietari privati, dunque, completa l’ultimo tassello dell’iter procedurale necessario all’ampliamento dell’arteria stradale che secondo il progetto dei tecnici incaricati è stato pensato per una viabilità stradale più scorrevole con adeguamento e sistemazione delle aree di sosta e una rete viaria meno sofferente.