23 novembre 1980 – Luisa Ciuni: Chiedo scusa se parlo dei fatti miei

0
362

Pubblichiamo lo struggente ricordo che Luisa Ciuni porta con se della notte del 23 novembre 1980 parlando del padre, Roberto, all’epoca direttore di Il Mattino

CHIEDO SCUSA SE PARLO DEI FATTI MIEI

La notte del terremoto mio padre stava andando a Milano con mia madre e l’autista del Mattino. Mia madre cadeva in continuazione e i medici, non avendo chiaro cosa succedeva, ci avevano consigliato di portarla al Besta di Milano per un consulto. Sarebbe morta di Sla due anni dopo.
Noi non lo sapevamo. Così arrivata la notizia mio padre la lasciò ad Orvieto e tornò indietro a Napoli per organizzare il lavoro.
Il risultato furono molte pagine fra cui questa che è passata alla storia.
Con tutti i suoi difetti, mio padre era un generoso. Affermò sempre che il merito del giornale di quei momenti andava alla sua squadra e non solo a lui.
È l’unico giornalista italiano le cui pagine sono diventate un’opera d’arte per mano di Andy Warhol e esposte al Moma.
Il resto è storia, grazie per la lettura fin qui. Ma ritengo che qualche riga gli fosse dovuta.