Mano tesa ai bisognosi Borse lavoro prorogate

0
269

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Arriva a Capri la proroga per il servizio civico. Le borse lavoro che erano state attivate dal comune isolano in favore di cittadini che versano in condizioni di disagio sociale ed economico verranno prolungate sino agli inizi del 2021. La decisione, contenuta in un apposito dispositivo comunale, che prevede anche i relativi atti economici per sostenere le spese necessarie consentirà, così, ai capresi che hanno fatto richiesta di far parte del servizio, di proseguire con una serie di attività, in particolare in progetti coordinati dai settori dei servizi sociali e dei lavori pubblici del comune di Capri. Nel territorio comunale persistono situazioni di disagio sociale ed economico, ulteriormente acuite dall’emergenza sanitaria si legge nella determina con la quale sono stati prorogati gli incarichi attingendo ad apposite graduatorie. Il settore servizi sociali, infatti, dopo un apposito avviso per la presentazione delle domande ha predisposto una specifica classifica corredata dai relativi punteggi. Il bando a Capri per l’attivazione del servizio civico è stato destinato sia ai giovani capresi che agli over 35. I collaboratori speciali, dunque, previa corrispettivo sotto forma di borsa lavoro, continueranno ad essere impiegati tra le altre cose nella manutenzione di sentieri e giardini capresi e nella guardiania di siti pubblici di interesse culturale. A dare il via al progetto, annunciato dall’assessore ai servizi sociali di Capri Salvatore Ciuccio, all’inizio di questa strana stagione turistica 2020 è stato proprio il fatto che l’economia del territorio comunale di Capri come evidenziato nella delibera adottata – è basata essenzialmente sul turismo e per effetto delle restrizioni emergenziali le strutture turistiche alberghiere e commerciali per l’anno in corso non hanno potuto riaprire le loro attività come di consueto facevano. Una presa d’atto che ha portato il comune di Capri a decidere di dare un’occupazione a capresi e lavoratori stagionali che non hanno trovato impiego o che comunque in questo anomalo, e si spera irripetibile, 2020, hanno incontrato difficoltà.