Il sindaco di Capri: «Noi non meritavamo di finire in zona rossa»

0
323

Fonte: Roma

CAPRI. «Capri non meritava la zona rossa come negli altri posti dove ci sono stati impegno e sacrificio. Non dovevamo essere trattati come altri comuni che non hanno saputo contenere la situazione. Una premialità bisogna darla perché non è giusto» è la protesta del sindaco di Capri, Marino Lembo. Sull chiusura delle scuole, aggiunge: «Apprezzo l’ ordinanza sulle scuole che prevede una possibile riapertura con gli screening. Bisogna però premiare chi si impegna e farlo diventare un esempio per gli altri Comuni. Certe restrizioni arrivano già in un periodo morto per la nostra realtà, la nostra è un’ isola che vive di turismo e commercio. I nostri concittadini hanno rispettato le regole, abbiamo riscontrato solamente un po’ di pressione per i supermercati ma per fortuna tutto è stato sotto controllo». Quanto alle festività natalizie annuncia: «per il turismo a Natale escludiamo arrivi. Abbiamo puntato alla diminuzione delle luci e abbiamo spostato le risorse su settori che vanno sostenuti. Meno luci e più sostanza».
Intanto, il presidente dell’ Atex, Sergio Fedele, chiede ai sindaci dell’ isola di Capri e della Penisola sorrentina di definire una procedura speciale degli alloggi, sia per il personale sanitario e medico sia per quei cittadini risultati positivi al Coronavirus e sono da ospitare nelle strutture extralberghiere. Un problema che l’ Atex ritiene di dovere affrontare in modo prioritario in questo momento di emergenza sanitaria.