Orari invernali: stop della funicolare alle 20.30. La protesta di Capri Excellence.

0
803
;

Anna Maria Boniello. Capri – Polemiche a Capri su una problematica sollevata da Gianfranco Morgano, Presidente di Capri Excellence, l’associazione di imprenditori turistici del comparto, per i disagi che hanno dovuto subire, mercoledì sera all’arrivo dell’ultimo aliscafo sull’isola, i partecipanti ad un convegno “Italia + Smart” che vede fra gli ospiti elementi di spicco come Franco Bassanini e Franco Bernabè. Un centinaio di persone che all’arrivo a Marina Grande, hanno trovato la funicolare chiusa dal momento che dal primo ottobre scatta l’orario invernale con l’ultima corsa alle 20.30, in virtù di un accordo siglato tra Comune e Regione. Nella piazzola nessun taxi e per salire in piazzetta, i partecipanti al meeting hanno dovuto utilizzare il pulmino sostitutivo che collega il Porto con la piazzetta. Ieri mattina il Presidente di Capri Excellence ha rappresentato al Sindaco tutto il suo disappunto chiedendo di rivedere l’accordo fra Regione, Sippic e Comune, superato ormai dalle nuove esigenze di mobilità, e varare un nuovo orario sinergico con gli arrivi da Napoli, anche dal momento che l’Amministratore della Snav, Raffaele Aiello aveva accolto la richiesta degli imprenditori di Capri Excellence di impiegare sull’ultima corsa un mezzo idoneo a garantire la continuità territoriale anche nei mesi invernali. A rivedere il piano orari si è reso disponibile anche l’Assessore al Turismo Marino Lembo che ha dichiarato : “Funicolare aperta e taxi disponibili fino all’arrivo dell’ultima corsa che deve essere considerata – spiega l’Assessore al Turismo – paragonata ad un servizio postale. Le ultime corse devono essere garantite e rientrare nei servizi obbligatori, anche per i trasporti interni all’isola, per assicurare così a residenti e turisti, la continuità territoriale.”