Quanto siamo fichi!

0
82

di Marco Milano

Non mancano tra Capri ed Anacapri le piante di fico d’India. Un frutto che a dispetto del nome non nasce in terre indiane, intendendo il continente asiatico, visto che si tratta di pianta “succulenta” della famiglia delle Cactacee, originaria del Centroamerica. In ogni caso il fico d’India è ormai naturalizzato in tutto il Mediterraneo, compresa la nostra Campania e le altre regioni del sud e le “centrali” Sardegna e Lazio. Nativo del Messico e diffuso tra le popolazioni del Centro America che la coltivavano e commerciavano già ai tempi degli Aztechi, il fico d’India per quanto dolce e buono ci appare di difficile “manipolazione”. Le sue spine, aculei che somigliano ad armi, spesso ci intimoriscono a tal punto da depennarlo dalla “lista” dei prodotti da cucinare o semplicemente mangiare crudo. E invece dal nostro spazio “Gusto” vi invitiamo a vincere la paura per inserirlo stabilmente nel menù di casa. Da semplice frutto a componente base di torte e marmellate il fico d’India insieme ad uno straordinario sapore offre tante qualità che contribuiscono al benessere fisico e perché no per gli antichi ricordiamo anche che era considerata pianta sacra con forti valori simbolici. Due suggerimenti su tutti per “quanto siamo fichi” sono la torta e la marmellata.

“Torta fighetta”

Ingredienti:

1 pan di Spagna

600 gr. di fichi d’India (e altri interi per la decorazione)

450 gr. di ricotta

200 gr. di zucchero

1 tubetto di latte condensato

Bagna per dolci (acqua, zucchero, limone)

Procedimento:

Preparare la bagna portando ad ebollizione l’acqua, lo zucchero ed il limone per un quarto d’ora e poi lasciare a raffreddare. Intanto preparate la crema, setacciando zucchero e ricotta e aggiungendo il latte condensato. Tagliate i fichi ed aggiungeteli al composto. Ricavate tre dischi dal pan di Spagna, passate la bagna e farciteli con la crema. Infine decorate con fichi tagliati a fantasia.

“Marmellata fighetta”

Ingredienti:

1 kg. di fichi d’India

400 gr. di zucchero

Succo di 1 limone

Succo di 1 arancia

Procedimento:

Tagliate i fichi d’India e cuocerli con l’acqua, tritateli sino ad ottenere una purea. A questo punto aggiungete lo zucchero e portate a cottura per una quarantina di minuti a fuoco lento, con i succhi di limone e arancia. Infine versate il composto ottenuto ancora caldo in vasetti di vetro ovviamente ben sterilizzati e capovolgerli attendendo il raffreddamento.