Capri, area marina protetta, passi in avanti nel progetto

0
290

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Capri. Area Marina Protetta dell’isola di Capri, si entra nella fase istruttoria. A Capri una tre giorni di incontri tra i comuni isolani, le associazioni di categoria, gli addetti ai lavori e i funzionari dell’Ispra, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale delegato dal ministero dell’ambiente. E al Palazzo dei Congressi è stato anche presentato il progetto dell’Area Marina Protetta Isola di Capri. Un evento arricchito da una serie di tavoli tecnici chiesti dallo stesso ministero dell’ambiente per ascoltare dal territorio isolano e dai suoi rappresentanti di categoria tutte le indicazioni utili, in particolare per quanto concerne la redazione dello studio socio-economico. Alla base della creazione di un parco marino dell’isola azzurra ci sono le nuove potenzialità turistiche ed economiche di un’iniziativa permanente che in piena sostenibilità ambientale proietterebbe in un futuro green l’isola azzurra. E a proposito di strategie eco, anche l’ex ministro dell’ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, oggi presidente della Fondazione UniVerde è intervenuto sulla tre giorni caprese. Pecoraro Scanio che ha anche salutato con soddisfazione l’evento green dell’altro giorno, l’inaugurazione della stazione elettrica Terna che ha visto lo sbarco sull’isola del premier Giuseppe Conte, ha auspicato una imminente nascita della nuova Area Marina Protetta dell’isola di Capri. «I miei auguri all’attuale sindaco Marino Lembo, alla giunta e a tutta la città per questo momento importante. Auspico che la prossima vittoria sia l’istituzione dell’Area Marina Protetta di Capri che sostengo da tanti anni insieme a Marevivo ha detto – Spero che il presidente Conte possa impegnarsi per una Capri sempre più ecologica come simbolo di un’Italia che davvero punta sul Green New Deal, a partire dall’Area Marina Protetta»