La proposta: pool di guide turistiche anche al porto

0
47

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Capri. Un presidio di guide turistiche al porto di Capri. A proporlo è la neonata associazione Guide Isola di Capri, costituita con l’obiettivo di dotare il territorio isolano di un nucleo di ciceroni capresi e anacapresi. Mission dell’associazione è, appunto, quella di riunire «le guide abilitate residenti nei due comuni dell’isola nell’intento di cooperare per lo sviluppo turistico del nostro territorio e dare nuovo risalto alle nostre professionalità». E tra le idee subito fornite al comparto da parte delle guide c’è quella di istituire un presidio sul porto di Capri, un point dove i vacanzieri, sulla falsariga di quanto avviene a Pompei ed Ercolano, possano essere accolti e assistiti al loro sbarco. «In un periodo critico per il nostro settore, l’associazione si pone l’obiettivo di rappresentare la categoria sull’isola hanno spiegato le guide turistiche riunite nella nuova associazione caprese – e lavorare ad iniziative volte allo sviluppo di favorevoli condizioni per la prossima stagione, al fine di migliorare la fruizione del territorio isolano. Riteniamo che per il bene di tutta l’isola ci siano degli obiettivi fondamentali hanno aggiunto – che si possono raggiungere in sinergia con le amministrazioni isolane, con le quali ci siamo già dichiarati disponibili a collaborare sin da ora». L’associazione presieduta da Fabrizio De Gregorio, è composta da Anna Bilardi, Rosaria Battiloro, Ettore Castellano, Annamaria De Gregorio, Roberta De Martino, Melania Esposito, Domenico Leva, Fabrizio Leva, Marianna Orefice, Giusy Perrotta, Marta Pollio, Fabian Rawnsley, Cecilia Walch. L’associazione si è anche dichiarata disponibile «a cooperare con le altre associazioni di categoria isolane, e partecipare a fiere turistiche, riunioni o tavoli di lavoro inerenti al rilancio del turismo a Capri».13/10MetropolisPagina 11Capridi marco milanoStop ai carrelli elettrici all’esterno delle scuoleCapri. A Capri pit stop obbligatorio per i carrelli elettrici in prossimità delle scuole. Un’ordinanza comunale stabilisce il divieto di circolazione per i mezzi a trazione elettrica, gli unici autorizzati a transitare lungo le strade pedonali capresi, in concomitanza con il suono di campanella dei plessi scolastici. Il dispositivo, che richiama una precedente ordinanza che già regolamentava il movimento dei carrelli e che ne vietava il transito, è stato aggiornato con i vari orari di ingresso e uscita di bambine e bambini dalle due scuole comunali. Secondo quanto contenuto nel provvedimento firmato dal responsabile di settore, il comandante di polizia municipale Ciro Pescina, sino al 10 giugno 2021, è fatto divieto di circolazione per tutte le categorie di carrelli elettrici dalle ore 8.15 alle ore 9, ovvero durante i vari turni di accesso alle scuole IV Novembre nei pressi della piazzetta di Capri e G.Salvia in via Tiberio lungo l’itinerario che conduce all’omonimo monte e a Villa Jovis. Divieto di circolazione inoltre anche dalle ore 12.15 alle ore 12.45 e in pomeriggio dalle ore 16 alle ore 17, sempre nelle vicinanze delle scuole e più specificatamente in via P.S. Cimino per quanto concerne la scuola IV Novembre e via Tiberio, sia all’incrocio con via Cesina che nel tratto che incrocia con via Tamborio per l’altra scuola, la G.Salvia. Previste sanzioni per coloro i quali dovessero trasgredire l’ordinanza e verranno anche attuati controlli specifici da parte degli agenti di polizia municipale nelle ore e nelle zone indicate dal provvedimento. Per i carrelli nelle diverse strade comunali sono stati anche, da tempo, installati degli appositi impianti di rilevazione che catturano l’eventuale passaggio del mezzo, in ore e giorni non autorizzati facendo scattare a carico della targa del carrello una sanzione amministrativa.