Si torna a parlare di collegamenti alternativi per Anacapri

0
92

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Anacapri. «Raggiungere un’unita di intenti sull’assoluta necessità di dotare Anacapri di una via di collegamento alternativa alla strada provinciale». Si riapre il dibattito su un nuovo mezzo di trasporto per collegare Marina Grande con Capri ed Anacapri. Un congiungimento per decongestionare la rete viaria che soprattutto nei mesi estivi registra un costante collasso, figlio di infrastrutture non più al passo con i flussi e le esigenze di un territorio turistico del nuovo millennio. E il sindaco di Anacapri Alessandro Scoppa in una missiva ha evidenziato una serie di punti sui quali il comune di sopra unitamente a Capri e le associazioni di categoria e gli addetti ai lavori hanno necessità di convergere, magari attraverso un tavolo ad hoc sulla tematica per dotare l’isola di trasporti e possibilità di collegamento interno proiettate nel futuro. A dare nuova linfa al confronto sull’argomento della mobilità interna era stato Costantino Federico, già sindaco di Capri e attualmente consigliere comunale nelle fila del gruppo consiliare CapriVera, che aveva lanciato l’idea di una funivia o filovia per collegare il borgo marinaro di Marina Grande con Capri ed Anacapri, da inserire dal punto di vista dei finanziamenti all’interno del recovery fund. Da Anacapri il sindaco ha ribadito l’importanza di «mettere in calendario l’annunciata riapertura di un tavolo di discussione in quanto sebbene sia convinzione di quest’amministrazione che lo studio di fattibilità della funicolare sia l’unica soluzione proposta approfondita ed effettivamente realizzabile, siamo comunque aperti a confrontarci in maniera seria e concreta su qualsiasi altra soluzione o proposta a patto che sia corredata e supportata da valutazioni e studi altrettanto concreti e realizzabili».