Crociera da record Sapri-Capri, venti ore in mare, emissioni zero

0
66

Fonte. Metropolis

di Marco Milano

Viaggio record a Capri a zero emissioni. Entra nel libro d’oro dei primati lo sbarco sull’isola azzurra della SeaX1. Una barca elettrica al cento per cento che ha salpato da Sapri facendo rotta verso l’isola dei Faraglioni. Una vera e propria impresa, un risultato epocale che era stato annunciato con lo speciale slogan mare permettendo e sole volendo, raggiungeremo Capri da Sapri senza soste dall’ingegnere Leonardo Spacone che insieme ad Alessandro Alberti e Mario Cafiero era salito a bordo lo speciale mezzo green in un’avventura patrocinata dal Ministero dell’Ambiente. Una crociera all’insegna della natura con la quale è stata percorsa in totale una distanza complessiva di quasi ottanta miglia pari ad oltre centoquaranta chilometri. «Le condizioni meteo hanno spiegato i protagonisti del record – presentavano cielo coperto quindi la produzione attesa del fotovoltaico è IL RECORD Il viaggio di quasi ottanta miglia, pari ad oltre centoquaranta chilometri, rappresenta un primato per le imbarcazioni completamente green.stata inferiore alle aspettative, ma l’efficienza della imbarcazione e la precisione del software di navigazione Power Cruise Control hanno reso possibile la gestione del viaggio con le nuove condizioni meteo-marine». La prima parte del viaggio da Sapri fino a Punta Licosa è stata effettuata utilizzando esclusivamente l’energia presente in batteria, per poi cominciare a beneficiare del fotovoltaico. Oltre venti ore di navigazione per percorrere a zero emissioni la distanza tra Sapri e Capri, centrare l’obiettivo e dimostrare arrivando sull’iso la azzurra che da oggi la rivoluzione è ufficialmente par t i ta ed i l fu tu ro po t rà essere a impatto ambientale zero. Un evento destinato ad entrare negli annali di storia e che ha avuto come privilegiata protagonista la terra cara all’imperatore Tiberio. A sancire il record il vicesindaco di Capri Ciro Lembo che ha atteso al porto di Marina Grande l’arrivo della SeaX1 e testimoniare così «l’interesse, la sensibilità e l’attualità delle iniziative legate all’azzeramento delle emissioni anche sull’isola».