Sull’isola di Capri primo giorno di scuola nonostante le condizioni meteomarine

0
192

di Marco Milano

CAPRI – A Capri suona questa mattina la prima campanella del nuovo anno scolastico, intanto i collegamenti marittimi continuano a tenere isolato dalla terraferma lo scoglio più famoso del mondo. E’ il meteo con le avverse condizioni del tempo a tenere banco sull’isola azzurra, già da qualche giorno, con conseguenze sul regolare svolgimento delle giornate. Ieri mattina ci è voluta una corsa straordinaria con il traghetto veloce, oltre alla nave delle ore 9.40, per smaltire circa cinquecento persone in attesa di fare rientro a Napoli. Il successivo traghetto delle ore 12.40 sulla tratta inversa ha, poi, decretato il nuovo stop ai collegamenti tra l’isola e la città. Dopo il rinvio stabilito dalla Regione Campania e l’ulteriore slittamento deciso dai due comuni isolani, intanto, questa mattina inizia il primo giorno per gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado di Capri ed Anacapri. “Un’inaugurazione” condizionata dalla situazione meteo che si annuncia anche nella giornata di oggi come l’indiscussa protagonista. Forti raffiche di vento e onde che potrebbero raggiungere anche l’altezza di tre metri sono “i pronostici” di queste ore. Un quadro che, se confermato, farà sentire tutto il suo peso ancora una volta sulla regolarità dei collegamenti marittimi e di conseguenza sul primo giorno di scuola, considerando il cospicuo numero di docenti e personale non docente, proveniente dalla penisola sorrentina, da Castellammare e da Napoli sul quale si poggia l’attività del comparto isolano. Difficoltà che investono anche gli altri settori, per esempio forze dell’ordine e personale ospedaliero, in gran parte residenti sulla terraferma, e praticamente impossibilitati, con lo stop via mare, ad effettuare il cambio turno. Uno spiraglio di luce, comunque, dovrebbe intravedersi da domani, con un’allerta meteo da “arancione” a “giallo” e previsioni di “quiete dopo la tempesta”.