Josè Altafini vince il Premio internazionale Menarini e lo dedica ai napoletani

0
61

Fonte: Il Denaro

di Marco Milano

“Tifosi napoletani travolgenti”, questo il ricordo impresso nella memoria del grande campione Josè Altafini, premiato a Castiglion Fiorentino in occasione del “Premio Internazionale Fair Play Menarini” giunto alla sua ventiquattresima edizione. Visibilmente emozionato nel ricordare gli appassionati della squadra partenopea il grande campione di calcio, uno dei divi del football mondiale di tutti i tempi nell’ambito del “Fair Play Menarini” è stato premiato per la categoria “Sport e Vita”. Indimenticabili per Josè gli anni trascorsi a Napoli dove arrivò nel 1965 andando a formare il “duo delle meraviglie” con Omar Sívori. “I tifosi napoletani non ti lasciavano un attimo – ha detto Altafini – il loro supporto lo toccavi con mano, dentro e fuori al campo”. E poi tra gli amarcord anche la minor “distanza” tra tifosi e calciatori. “Ai miei tempi – ha aggiunto Josè Altafini – quando arrivavamo allo stadio, tra il pullman e lo stadio c’erano due ali di tifosi che ci davano la carica mentre oggi i calciatori sono tutti blindati, non fanno le foto con i tifosi, corrono in campo arrabbiati. Io ho imparato una cosa bellissima in America: i grandi giocatori di basket dedicavano un giorno a settimana ai bambini, una cosa che mi è piaciuta moltissimo. Credo che i calciatori dovrebbero essere un po’ più ‘vicini’ ai loro tifosi”. L’emergenza sanitaria non ha fermato, dunque, per il 2020 il “Fair Play Menarini” che ha voluto essere presente lanciando così un messaggio di fiducia. Le altre stelle dello sport italiano e internazionale, premiate durante la kermesse, ospitata a Castiglion Fiorentino, per le loro storie di grande umanità, rispetto e impegno sono stati l’ex pallavolista cubano Joel Despaigne, Zibgniew Boniek, Arrigo Sacchi, Louis Van Gaal, Alessandro Campagna, il motociclista Manuel Poggiali, la giovane nuotatrice Benedetta Pilato, la golfista Federica Dassù, le sorelle dello sci alpino Elena e Nadia Fanchini, il velista Andrea Stella, Giancarlo Fisichella. Premi speciali per lo sciatore Dominik Paris, uno speciale “Impegno Sociale e civile” assegnato alla FNOMCeO e alla FNOPI per la lotta contro il covid-19, il Premio Fiamme Gialle “Studio e sport” vinto dalla ginnasta Gaia Di Trapani. Alla memoria del giornalista Franco Lauro è stata intitolata la categoria “Narrare le emozioni” con un premio speciale assegnato a Dario Ronzulli, giornalista che, come Franco Lauro, si occupa di basket.