Capri, un festival in corto nel nome di Totò re del noir

0
141

Fonte: Il Mattino

di Alessandro Farro

Trentasei corti, provenienti da quindici nazioni, una mostra e la presentazione di un libro per il primo «Capri movie international film festival», nome roboante scelto per la manifestazione in programma da oggi a sabato al cinema Internazionale di Capri.

Già inaugurata la mostra fotografica su «Vittorio Gassman, il mattatore», visitabile presso la sala Pollio del centro polifunzionale, si inizia, con direzione artistica di Gisella Calabrese e Giuseppe Mallozzi, alle 18.30 con la presentazione del libro La paura fa Totò. Le parodie thriller e horror del principe della risata di Giuseppe Cozzolino e Domenico Livigni, edito da Centoautori: «Il libro è un invito alla lettura per i giovani dei lavori di Totò attraverso un’ interpretazione diversa da quella a cui siamo abituati.

Penso alla citazione noir di Totò cerca casa, in cui il protagonista trova lavoro come custode al camposanto, e, in uno sketch di venti minuti, presenta un contesto lugubre, dalle atmosfere che sembrano anticipare quelle che vedremo nella saga della Famiglia Addams. Nel libro vogliamo sottolineare esattamente questo: la cosa interessante, anche dal punto di vista iconografico, è che la verve comica di Totò, la sua mimica e le sue capacità dialettiche ricalcano atmosfere che hanno a che vedere con un immaginario gotico, che nero, che thriller. Sempre sul versante del thriller, ad esempio, Totò Diabolicus, che esce qualche mese prima del famoso Diabolik delle sorelle Giussani, caratterizza il protagonista del film allo stesso modo del protagonista del fumetto.

Ultimo esempio, che si presenta come una dichiarata parodia di Che fine ha fatto Baby Jane?, è Che fine ha fatto Totò baby? che copia pedissequamente diverse sequenze del film originale e ci dà la possibilità di vedere un Totò anche sadico e brutale, che alcuni fan dicono faccia addirittura paura».

Ogni sera, alle 20.30, la proiezione dei cortometraggi in gara.

La serata conclusiva del 19 premierà i migliori cortometraggi delle sezioni: animazione, Campania, Italia, resto del mondo. A giudicarli Nunzia Schiano, Ferdinando Maddaloni e Adriano Pantaleo. A salutare gli spettatori uno speciale omaggio ad Ennio Morricone a cura dell’ arpista Vanessa D’ Aversa.