Capri, la scultura che rievoca lo scorrere del tempo di fronte al campanile in Piazzetta – fotogallery

0
368

Fonte: ilmattino.it

di AnnaChiara Della Corte

È arrivata solo qualche giorno fa in Piazzetta ma è già un’attrazione, la scultura del duo spagnolo Coderch & Malavia, The tissue of time, posizionata dalla Liquid Art System di Franco Senesi non a caso di fronte la mitica torre dell’orologio. Non è un anno come gli altri per la Piazzetta caprese, abituata ad ospitare viaggiatori di ogni continente e a fare da passerella open air a volti più e meno noti. Il tempo, scandito dal rintocco delle campane , riflette ora nello sguardo assorto dell’opera life size in bronzo : una figura femminile aggraziata che stringe un drappo tra le sue mani. La scultura sembra dare al “salotto del mondo” una nota fiabesca e malinconica: il fazzoletto scivola via tra le mani della fanciulla inesorabile proprio come il tempo. The tissue of time rappresenta al meglio il senso di impermanenza dei nostri giorni ma al tempo stesso la capacità di estraniarsi dal circostante per fare spazio al proprio inconscio. Le sculture di Coderch & Malavia sono accomunate da una profonda analisi psicologica del soggetto ritratto carico di pensieri e desideri. La messa in relazione con il paesaggio caprese fa il resto: la scelta delle installazioni nei luoghi più rappresentativi dell’isola, progetto che portiamo avanti da oltre 5 anni, dichiara il gallerista Senesi , vuole legare la bellezza di Capri al fascino dell’arte, e quindi all’estetica delle opere che proponiamo.” La Liquid Art System anche quest’estate espone open air in diverse location selezionate: hotel di lusso come il Capri Tiberio Palace o il Capri Palace Jumeirah ed il Caesar Augustus ad Anacapri ; lidi panoramici come Da Gemma con l’imponente scultura L’incontro di Gianfranco Meggiato o Il Riccio con un’opera di Paolo Quaresima, ancora all’Hotel Regina Cristina con una creazione di Giacinto Bosco dedicata alla luna caprese. In via vittorio Emanuele proprio all’ingresso della galleria Liquid, spicca Seo Young Deock con una sua opera in catene di acciaio Nirvana e poco più su i Guerrieri di Paolo Staccioli fanno capolino dalla sede di Intesa San Paolo. Un percorso artistico itinerante insolito che sorprende e incanta tutti.