Nuove card per i bus a Capri

0
201

Fonte: Metrppolis

di Marco Milano

CAPRI – Nuove card per i bus a Capri. L’azienda che gestisce il servizio di trasporto pubblico locale su gomma sull’isola azzurra ha, infatti, rinnovato il sistema di bigliettazione. Su ogni mezzo sono state attivate le macchinette di ultima generazione idonee alla “lettura” di innovative tessere “digitali sulle quali gli utenti potranno caricare sia i biglietti di corsa singola che gli abbonamenti. Un sistema di bigliettazione moderno per l’intero comparto dei trasporti pubblici, dunque, settore che nelle scorse ore era stato interessato da una richiesta di intervento partita dalla delegazione dell’isola di Capri dell’Unione Nazionale Consumatori. Il delegato Teodorico Boniello aveva in questo senso evidenziato i disagi segnalati dall’utenza relativamente alle poche corse serali previste sulla linea Marina Grande-Capri, per esempio, ogni trenta minuti, nonostante l’arrivo ogni giorno di una nave veloce proveniente da Napoli dopo le dieci di sera. I Consumatori di Capri avevano inoltre sottolineato l’importanza del distanziamento per quanto concerne l’attesa alla fermata dei bus. A proposito di distanziamento, dopo l’inaugurazione del distanziamento culturale, “Uniti dalla storia” che prevede la presenza di sagome di personaggi storici sulle panchine dei Giardini di Augusto per definire in modo originale “i limiti” da tenere secondo i protocolli covid, le “medaglie della Riconoscenza civica” di “Premio GreenCare” sono state assegnate agli ideatori. L’iniziativa frutto dell’inventiva di Simona D’Angiola, Carmelina Fiorentino e Umberto Natalizio, un team tutto caprese che si è occupato del lavoro di ricerca, selezione dei profili, traduzione dei testi, layout grafico è stata premiata “per aver esaltato il ruolo di un giardino storico quale luogo di cultura, favorendo la conoscenza della storia internazionale dell’isola azzurra e divulgandola tra le nuove generazioni ma anche rigenerando l’esperienza di visita del giardino che apparirà diverso grazie all’introduzione di nuovi elementi che dialogano con la vegetazione e con i visitatori. Un luogo vivo in cui si rinnova la memoria di chi ha contribuito a far nascere, crescere e durare il mito di Capri nel mondo”.