Capri, Ferragosto sold out ma con la mascherina h24

0
505

Fonte: Il Mattino

di Anna Maria Boniello

Boom di presenze a Ferragosto. L’ isola azzurra affollata come non mai smentisce la tradizione che vedeva calare il numero dei passeggeri in arrivo e molti vacanzieri andar via per poi rientrare nell’ ultima settimana di agosto. Dopo un’ estate partita a rilento è esplosa la Capri-mania, al punto che un preoccupatissimo Marino Lembo, ieri nel primo pomeriggio, ha deciso di stringere ancora di più le maglie della prevenzione anti-Covid: sospesa l’ ordinanza che imponeva l’ uso della mascherina in Piazzetta e zone limitrofe tra le 18 e le 4 dal venerdì alla domenica, Lembo ne ha firmata una nuova che a partire da oggi 14 e fino al 30 agosto ordina a chiunque attraversi il territorio comunale di indossare il dispositivo di protezione su strade e spazi pubblici. L’ elenco delle strade in cui vige l’ obbligo è lungo, ma le zone possono essere facilmente riassunte e suddivise partendo dall’ ingresso di Capri che inizia dal largo dei due golfi, quel crocevia che porta a Marina Piccola, Marina Grande, Anacapri e conduce per via pedonale in Piazzetta. Per continuare con le stradine che come una ragnatela avvolgono il salotto del mondo per proseguire poi per via delle Botteghe.

Non escluse, questa volta, via Vittorio Emanuele e via Camerelle, la strada delle griffe e dello shopping di lusso, e poi ancora quelle che portano alla Certosa e ai Giardini di Augusto e Via Krupp.

Nell’ ordinanza per la prima volta entra a pieno titolo anche Marina Grande, mentre per Marina Piccola l’ obbligo si ferma nella piazzetta Antonio De Curtis alias Totò. In pratica l’ intero centro storico e tutte le strade battute dai turisti sono coinvolte in questa operazione di prevenzione, un Ferragosto in mascherina h24 che vuole dare ai frequentatori dell’ isola la massima sensazione di sicurezza ma allo stesso tempo fotografa un momento difficile e ben lontano dall’ essere superato.

I NOMI D’ altronde non è il solo segnale.

C’ è tanta gente a Capri e tantissima è annunciata da oggi a domenica, giorni nei quali trovare un posto in hotel, residence e case vacanza è impossibile. Ma mancheranno le grandi feste di Ferragosto negli alberghi stellati, le cene sontuose a bordo piscina con tanto di spettacolo e fuochi artificiali a mezzanotte. Quest’ anno, nella notte dell’ Assunta sicuramente non si spegneranno le luci, né a bordo piscina né nei parchi giardino che circondano queste lussuose isole nell’ isola. Ma non ci sarà la tradizionale festa, mentre ai tavoli dei ristoranti interni, che offrono particolari menu e gourmet prelibati, si siederanno gli ospiti di casa e i clienti habitué, come la top model ed influencer tedesca Caroline Daur, dalla bellezza mozzafiato, che resterà a Capri fino a fine agosto e sarà tra gli ospiti che passeranno la notte di Ferragosto su uno dei relais del Grand Hotel Quisisana.

Altri vip, come Roberto Bolle e Rocco Barocco, saluteranno la notte più amata dell’ estate nella quiete e nel relax delle ville. E anche a Anacapri sarà un Ferragosto slow, senza grandi feste ma all’ insegna della natura e della buona tavola. Al Capri Palace Jumeirah, il ristorante con due stelle Michelin L’ Olivo undiscovered preparerà un viaggio culinario proponendo un mix di degustazioni con sette portate, per celebrare i 10 anni dello chef Andrea Migliaccio alla guida della particolare cucina del ristorante del Palace. I più romantici potranno salire in seggiovia alla Canzone del Cielo e godersi dall’ alto un tramonto dai colori vividi per il pre-cena del 14 agosto che si terrà negli spazi aperti a circa 600 metri dal livello del mare. I patron del locale hanno preparato per i patiti della collina sospesi tra cielo e mare una degustazione al tramonto e, per il dopo cena negli ampissimi spazi che circondano la particolare struttura, un party musicale con la colonna sonora affidata ai Buba’ s, un trio pop rock che farà ballare gli ospiti – rigorosamente all’ aperto – fino al brindisi finale della mezzanotte sotto il cielo di Capri, come recitava una famosa canzone degli anni 50.