Lotta al Covid L’app Immuni sarà installata dai volontari

0
336

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Capri. A Capri oltre il 90% di occupazione per il booking di Ferragosto, corse bis in programma, mare affollato che fa sollecitare l’area marina protetta, intanto i Consumatori pronti a organizzare i volontari sul porto per fare installare a tutti i turisti Immuni. La seconda domenica di agosto, preludio dei giorni più caldi della stagione 2020, ha fatto registrare dati confortanti sulla terra dei Faraglioni, che, numeri alla mano, si andranno ulteriormente ad intensificare nella settimana che accompagna al giro di boa dell’estate. Intanto se Respira Capri, il dispositivo di protezione individuale fatto realizzare dalla Federalberghi dell’isola di Capri per ottemperare all’obbligo di mascherina è subito diventato oggetto di moda, si dovrebbe tornare nelle prossime ore a controlli più stringenti ai moli di imbarco. Secondo le ultime direttive regionali ai porti con direzione le isole del golfo i passeggeri saranno sottoposti alla misurazione della temperatura corporea almeno in questi giorni più affollati. La delegazione isolana dell’Unione Nazionale Consumatori, poi, è pronta ad istituire dei gruppi di volontari che allo sbarco sull’isola azzurra invitano tutti i viaggiatori a installare sul proprio telefono l’app Immuni. Capri e il delegato isolano dei Consumatori Teodorico Boniello che per primo aveva lanciato l’idea di una mappatura totale di un territorio piccolo come un’isola, con l’app per tutti, dopo l’ok dei due comuni isolani che in una nota congiunta si sono fatti promotori nei confronti di isolani e vacanzieri dell’invito a scaricare ed installare Immuni ed il plauso del sottosegretario alla salute Sandra Zampa, potrebbero diventare testimonial a livello nazionale in tema di prevenzione e sicurezza. La Capri Immuni, sicura e covid free, con l’obbligo di mascherine e un’app totale, infatti, potrebbero essere il simbolo di una prossima campagna di sensibilizzazione sul tema della salute. Infine a proposito di sicurezza, questa volta in mare, si continua a chiedere la nascita dell’area marina protetta dell’isola di Capri per tutelare e proteggere lo specchio d’acqua più famoso del mondo e renderlo a sua volta una nuova e innovativa forma di turismo sostenibile.