Da Bardot a Belen, se Capri si accontenta ma non gode

0
97
;

Fonte: Il Mattino

di Federico Monga

Gentile direttore, la vita mondana caprese è in subbuglio visto che la cronaca rosa si è interessata qualche giorno fa di un summit tra due signore dello star system italiano: Belen Rodriguez e Nina Moric. L’obiettivo apparente del vertice è stato la riappacificazione delle due signore dopo un lungo periodo di distacco. Però, visto che l’evento si è svolto presso uno dei locali più in dell’isola, la vera motivazione sarebbe stata un’ esibizione «artistica» delle due signore. Non si capisce bene in che genere di arte esse potrebbero esibirsi visto che nessuna delle due ha una propria identità artistica, ma comunque è prevedibile che la performance non sarà stata certamente a titolo di beneficenza. Insomma, i cosiddetti vip hanno bisogno della visibilità a tutti i costi e dei media che raccontano le loro gesta. Delio LomaglioCaro Delio, sul sito dei bagni Fontelina è raccontata la storia di questo angolo di paradiso in terra di fronte ai Faraglioni di Capri.

«Nel 1949 Lucia Fiorentino e Peppino Arcucci, sfidando il mar, tirarono su una baracca di legno e aprirono una trattoria. Il mare in tempesta la distrusse una, due, tre volte ma loro, insieme a Pasquale ed Antonio Gargiulo che nel frattempo si erano uniti alla squadra, hanno sempre caparbiamente ricostruito. Negli anni 60 a Capri cominciarono ad arrivare le stelle, quelli che oggi chiamiamo i vip: Brigitte Bardot, Sophia Loren, Clark Gable, lo Scià di Persia con la principessa Soraya e tanti altri che non mancavano di far tappa alla Fontelina». E fino agli anni Settanta Jaqueline Kennedy, Onassis. Nessuno aveva bisogno di Capri.

Capri aveva bisogno di loro. Inarrivabili, inseguiti dai fotografi di una vita ancora dolce. Ora ci sono Nina Moric e Belen. Con i nipotini dei paparazzi che non hanno più bisogno di rincorrere né di nascondersi.