Goletta Verde e dei laghi: si parte da Capri e dal Patria

0
163

Fonte: Cronache di Napoli

NAPOLI (mp) – Goletta Verde, una realtà che riparte dopo il Covid. Abusivismo edilizio, cattiva depurazione, beach litter e usa e getta, spiagge ed erosione costiera, biodiversità e aree protette, lotta contro le fonti fossili i grandi temi al centro di questa 34esima edizione di Goletta Verde e Goletta dei laghi. Le campagne estive organizzate da Legambiente, che puntano sulla territorialità in difesa delle coste de delle acque per scovare le situazioni più critiche dovute al depurazione insufficiente, cattiva o inesistente dei reflui. Si tratta di campionamenti e analisi microbiologiche. Saranno eseguiti da team di tecnici locali affiancati dai volontari di Legambiente e delle associazioni. E’ il quadro drammatico emerso dal report da Mare Monstrum a dare la misura di un’ aggressione all’ ecosistema marino che non concede deroghe agli impegni sul fronte ecologista. In testa ai reati nelle regioni litoranee, quelli legati al ciclo del cemento, comparto nel quale è la Campania a guidare in negativo la classifica, seguita da Puglia, Lazio, Calabria e Sicilia. Dalla Costiera amalfitana alla Scala dei Turchi, dal Salento al litorale calabrese con Isola di Capo Rizzuto, fino alle isole minori come Lampedusa, Capri, le Eolie, le perle del Mediterraneo sono costan temente preda degli appetiti degli abusivi, che non risparmiano posti idrogeologicamente fragili come Ischia; mentre in Sicilia fa eco un nuovo tentativo di condono contro cui Legambiente si sta battendo. Saranno coinvolti anche i laghi dal primo agosto: si parte con il Lago Patria, in provincia di Napoli.