A Capri borse lavoro anche per gli anziani, al via il progetto dei nonni civici

0
248
;

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Borse lavoro a Capri anche per gli anziani, arriva il nonno civico. Dopo il varo dell’iniziativa varata dal comune di Capri con la quale sono stati erogati fondi finalizzati ad una collaborazione in settori di pubblica utilità a giovani e stagionali inoccupati a causa della crisi economica dovuta alla pandemia mondiale, è stato pubblicato anche il bando per l’impiego di forze meno giovani. Isolani under e over, dunque, insieme per supportare l’azione pubblica nella manutenzione di parchi, guardiania di zone comunali e più in generale nelle attività capresi di interesse sociale e generale. Tra i ruoli da svolgere per gli anziani anche quello del nonno civico come ausiliario di vigilanza urbana lungo le strade di Capri. «Questa iniziativa viene da lontano ha spiegato l’assessore alle politiche sociali di Capri Salvatore Ciuccio e nel comune di Capri è ormai attività consolidata. Riteniamo sia molto importante perché permette alle persone diversamente giovani di rendersi utili alla comunità ed è per loro un’ottima azione a livello psicologico e perché no, anche una forma di gratificazione economica che oggi serve ancor di più». Secondo il bando del Piano Sociale di Zona a poter partecipare potranno essere capresi di almeno sessantadue anni di età, in possesso di idoneità fisica, non impegnati in altre attività lavorative. «Le attività previste non sono da considerare volontariato specifica il bando né rapporto di lavoro subordinato ma inserimento sociale dell’anziano nella società attiva». Tra i compiti per i nonni civici capresi la vigilanza e sorveglianza presso le scuole per sovrintendere sulla sicurezza dell’ingresso e dell’uscita degli studenti, ma anche l’assistenza durante il servizio di mensa scolastica. E ancora tra i possibili compiti dei capresi diversamente giovani impiegati in questo servizio anche l’accompagnamento di alunni durante le visite a musei, mostre, manifestazioni culturali e sportive, ma anche il ruolo di ausiliario di vigilanza urbana o custode di biblioteche e parchi. E «per consentirne una maggiore fruizione da parte della collettività» ai nonni civici capresi verrà affidato anche il compito di occuparsi della piccola manutenzione degli edifici pubblici e del verde pubblico.