Con i traghetti ritornano villeggianti e stranieri «Turismo, è il vero inizio»

0
456

Fonte: Il Mattino – Salerno

di Barbara Cangiano

Non c’ è la bottiglia di champagne a infrangersi sulla prua, ma quella di ieri, per la flotta Travelmar, è stata a tutti gli effetti una giornata di debutto. «È il varo del turismo verso la costiera amalfitana e l’ inizio dell’ estate per tutti gli amanti del mare», commenta Fabiano Vuolo che con sua moglie Marina è pronto a raggiungere la spiaggia grande di Positano. Fino al 30 giugno, dal molo Masuccio, cinque corse collegheranno Salerno con Cetara, Maiori, Amalfi e Positano. Dal primo luglio il servizio dovrebbe tornare a pieno regime, mentre da fine agosto potrebbe essere operativo anche il nuovo scalo di Vietri sul Mare.

«L’ obiettivo è promuovere le località minori – spiega l’ amministratore delegato Marcello Gambardella – e valorizzarle attraverso le vie del mare che potranno dimostrare tutte le proprie potenzialità quando l’ aeroporto di Pontecagnano entrerà a regime». Intanto non occorrerà aspettare mesi prima di poter verificare l’ impatto del biglietto unico Costiera link e Cilento link, frutto di un accordo stipulato tra la Regione e Trenitalia: con un unico ticket, infatti, i turisti potranno raggiungere il Cilento con la formula treno più bus o la costiera amalfitana, ma in questo caso, per la prima volta, via mare. Gli operatori sono soddisfatti, la ripartenza è andata oltre le loro aspettative: «Sulla corsa delle nove abbiamo avuto 40 passeggeri – racconta il comandante Andrea Candido – Su quella delle 10.20 erano 93. Rispettiamo tutti i protocolli di sicurezza: distanziamento negli spazi interni, mascherine obbligatorie e gel disinfettanti». La movimentazione complessiva ha riguardato circa 600 passeggeri e già fioccano le prenotazioni on line per le domeniche del 21 e 28 giugno. A riservare un posto, anticipa Regina Amendola di Travelmar, gruppi provenienti da Puglia, Calabria, Abruzzo e Molise. Tornano i pendolari e con loro i primi turisti. Melania e Marven Mendoza arrivano da Manila, Filippine: «Siamo in vacanza a Salerno – dicono mentre si godono il panorama a bordo del traghetto che li porterà ad Amalfi – Non abbiamo mai visto la costiera e siamo molto felici».

Per Daniela Gomez, giocatrice professionista di pallacanestro originaria di Cordoba, Argentina, sarà la prima volta a Positano: «Faremo un bagno e ci daremo allo shopping – annuncia rivolta al fidanzato, il salernitano Sergio Martin – Sono a Salerno da dieci mesi e penso di non poter tornare a casa prima di settembre. La quarantena dura da tanto: dopo la fase due il Paese è tornato alla fase uno a causa della crescita dei contagi. Ma non sono troppo in ansia per i miei familiari che abitano in una piccola cittadina dove il Covid-19 non ha fatto grandi danni». La paura del contagio sembra essersi affievolita, complice i tamponi a tappeto a cui sono stati sottoposti tutti gli operatori turistici della costiera. E all’ esercito dei 2500, di qui a breve si affiancherà una campagna per test sierologici di massa, che ha già conquistato l’ interesse della stampa tedesca, francese, inglese, svedese, danese e americana. Marta Ciangola viene da Roma: «In costiera c’ ero già stata, ma mai via mare – dice – Sono venuta a trovare degli amici di Salerno e abbiamo deciso di approfittare della bella giornata di sole». Direzione Positano, come per Carla Nicolò, che ha scelto la corsa delle 10.20 per un sabato di relax con famiglia e amici. «Andiamo alla spiaggia di Santa Croce, ad Amalfi – raccontano Toto Valitutti e Margherita Buonomo – Mare e aperitivo per festeggiare l’ onomastico». La prima sosta è a Cetara, dove un quarto di spiaggia è libera. Poi Maiori, con i suoi ombrelloni aranciati. Ma è ad Amalfi che la maggior parte dei passeggeri decide di fermarsi: Matteo Casola e Francesca Cardinale faranno da guide turistiche per i loro amici pugliesi.

Felice Congedo, Giuseppina Casto, Graziella Carlino e Luigi Deraho hanno lo sguardo rivolto alla Baia del Cavallo morto, dove iniziano a fare capolino le prime imbarcazioni: «Prenderemo un taxi per Ravello – raccontano – Con Matteo e Francesca siamo come una famiglia. Sognavamo una gita così dopo il lockdown».

Per raggiungere Capri, invece, occorrerà aspettare il 18, quando dal molo Manfredi partiranno i mezzi veloci di Alicost. Al momento si prevede un’ unica corsa alle 8.40, con rientro alle 16.25. Sempre dal 18, per Capri si partirà pure dai porti di Amalfi, Positano e Maiori.