Capri day per la riapertura ai turisti l’isola festeggerà il 26 giugno

0
1042

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Un Capri day che potrebbe tenersi forse il prossimo 26 giugno. L’isola azzurra si prepara alla ripartenza con una sorta di simbolica cerimonia di apertura della stagione turistica 2020. Una data che può e deve rappresentare una vera e propria inaugurazione’ della stagione turistica 2020 ha detto Riccardo Esposito presidente dell’associazione di imprenditori isolani CapriExcellence’ – un momento di festa e di rinascita dal forte valore simbolico dopo un periodo così difficile. Un giorno che, attraverso un censimento e un’analisi della situazione, l’amministrazione comunale potrà indicare quale momento ottimale onde poter iniziare il rilancio del nostro paese. E’ chiaro che per proporre un’isola azzurra pronta, come evidenziato anche dall’associazione CapriExcellence, bisogna offrire la migliore situazione possibile sia in termini di sicurezza, sia in termini estetici-funzionali, sia in termini di riapertura dei siti storici-monumentali, sia in termini di programmazione di iniziative turistiche e culturali. In questo senso, ad onor del vero, va detto che in questi giorni turisti ed escursionisti che si erano inoltrati sino al monte Tiberio si sono imbattuti dinanzi ai cancelli chiusi sia di villa Lysis, la dimora del barone Jacques Fersen che villa Jovis, la residenza preferita dell’imperatore Tiberio, tra i suoi tanti possedimenti privati, restando delusi dalla loro gita caprese. Per lanciare nel migliore dei modi il Capri day, comunque, si starebbe anche pensando a volti noti del mondo dello spettacolo, della cultura e della moda da invitare sull’isola come testimonial. Intanto a proposito di ripartenza e messa a punto di Capri, è stato pubblicato il bando per la gestione e tutela del patrimonio culturale e naturalistico caprese, dalla manutenzione dei parchi alle spiagge, sino ai servizi di accoglienza dei turisti. Il comune di Capri, infatti, attraverso delle borse-lavoro utilizzerà per questo obiettivo stagionali disoccupati, sino ai trentacinque anni di età, per un impiego di quattro mesi con paga di seicento euro mensili.