Anacapri: spiagge libere riaperte, tuffi con tre fasce orarie

0
573

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Anacapri. Ad Anacapri varato il regolamento per le spiagge libere. Come annunciato nei giorni scorsi, il comune alto dell’isola azzurra su proposta del vicesindaco Franco Cerrotta, si è dotato di un disciplinare per la gestione e la fruizione delle spiagge libere (Faro di Punta Carena e Gradola). Un sistema pensato per consentire alle persone di potersi recare presso lidi e litorali pubblici del versante anacaprese dell’isola nel pieno rispetto delle regole previste dai protocolli sanitari e dalle norme emanate con un’ordinanza dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Tre fasce orarie quotidiane per potersi tuffare nelle acque cristalline dello specchio acqueo anacaprese, suddivise tra mattina, ora intermedia, e pomeriggio sino al tramonto, previa prenotazione attraverso un’innovativa piattaforma digitale dove si può visualizzare graficamente l’intera area balneare disponibile. Tra le regole da seguire il numero massimo di giorni alla settimana consentiti ad ogni persona per il proprio ingresso al mare, la stretta titolarità della prenotazione (non si può cedere il posto a parenti o amici), la possibilità di poter utilizzare solo asciugamani e non ombrelloni, sdraio e lettini. A Massa Lubrense, invece, rimangono chiuse le spiagge libere. Stesso discorso per tutte le altre località della penisola sorrentina: qui ci sarà la riapertura presumibilmente nel corso della prossima settimana.