Caos sbarchi, Federalberghi: «Ora più corse»

0
245

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Controlli agli sbarchi a Capri, extracomunitario irregolare fermato ed espulso dalla polizia, intanto malumore e disagi sul fronte dei collegamenti marittimi. Ieri al porto di Marina Grande, gli agenti del commissariato di Polizia di Capri durante i servizi di controllo agli sbarchi alle banchine del borgo marinaro isolano hanno fermato un cittadino originario dello Sri Lanka che, dal controllo dei documenti e dalle verifiche al terminale, è risultato essere presente in Italia in modo irregolare. L’uomo dopo l’identificazione veniva accompagnato all’ufficio immigrazione della Questura di Napoli per l’avvio delle procedure di espulsione dal territorio nazionale. Sul fronte dei viaggi tra l’isola azzurra e la terraferma utenti e pendolari segnalano problematiche legate ai nuovi protocolli ed al piano orari ancora limitato rispetto alla normalità delle precedenti stagioni turistiche. La capienza ridotta dei navigli per il rispetto delle distanze di sicurezza ed il numero ristretto di corse comportano disagi a chi si sta spostando per motivi di lavoro o salute sulla tratta tra Capri e le località cittadine che hanno portato più volte capresi ed anacapresi ad evidenziare i danni subiti rispetto al diritto alla mobilità. Ieri per esempio un sessantenne che doveva semplicemente recarsi di buon mattino a Napoli per un consulto medico di tipo ortopedico, tra andata e ritorno ha impiegato praticamente l’intera giornata, riuscendo a far rientro a casa, tra buchi orari e capienze già raggiunte dei mezzi in navigazione, soltanto con l’ultimo traghetto in tarda serata. E non va meglio alle biglietterie tra distanze sociali da mantenere tra un utente e l’altro, gli spazi ridotti e l’aumento delle persone che stanno iniziando a spostarsi quotidianamente. Il quadro, ovviamente, rappresenta un ostacolo anche rispetto alla tanto attesa ripresa turistica. La Federaberghi isola di Capri, infatti, nell’incontro chiesto ad entrambe le amministrazioni comunali sull’argomento programmazione della stagione 2020, affronterà tra i suoi punti, proprio la questione dei collegamenti marittimi. «Ci sono collegamenti scarsi ha fatto notare Sergio Gargiulo presidente della Federalberghi – e gli orari in vigore non rispecchiano nemmeno gli orari invernali. Solo tre corse di aliscafi da Napoli e quattro traghetti che trasportano verso l’ isola anche merci e autoveicoli. Da Capri i collegamenti sono anche di meno».