Fase 2, la bandiera blu come simbolo di rilancio dell’isola di Capri

0
381

Da Il Mattino.it

AnnaChiara Della Corte

È passata un po’ in sordina sull’isola di Capri la notizia del riconoscimento di “Bandiera Blu” alle spiagge del Faro di Punta Carena e di Gradola, ad Anacapri, e tra gli approdi, al Porto Turistico di Capri. Un titolo, conferito dalla Fee (Foundation for Environmental Education), e riconfermato consecutivamente dal 2012.
Eppure mai come quest’anno la bandiera blu può ergersi a simbolo di ripresa e rilancio dell’immagine delle nostre coste.

Non si tratta soltanto della foto di un’acqua cristallina, dove ammirare il fondale, bensì del frutto di tutta una serie di iniziative e il rispetto di criteri stringenti: per ottenere la bandiera blu bisogna rispondere a precisi requisiti di qualità delle acque, così come la conformità degli scarichi e dei depuratori. 

“Poi vi sono le iniziative messe in campo per promuovere la cura e l’educazione ambientale per un futuro migliore: le spiagge smoke-free, i clean-up, l’eliminazione della plastica monouso negli eventi comunali, le lezioni sul plastic-free e le borracce nelle scuole, la casa dell’acqua”.  Commenta il Consigliere con delega alla risorsa Mare del comune di Anacapri, Maurizio Lo Russo, che aggiunge: “In questo senso, il progetto Area Marina Protetta rappresenterà un protocollo di difesa strutturale che raggruppi e innalzi ancora di più i parametri e i livelli di qualità ambientale che già oggi ci vengono riconosciuti come ottimali. Preservare la natura, aiutare la ricerca e migliorare sempre più la nostra consapevolezza ambientale sono sfide non più rimandabili, che devono essere perseguite con il massimo sforzo, amministrativo e civico, da parte di tutti noi.”

Proprio sulla scia di un’adeguata educazione ambientale come fondamento della coscienza collettiva del Paese, bisogna quindi immaginare un turismo capace di ascoltare la natura e i suoi equilibri. “Anacapri ha la fortuna di poter contare su un patrimonio naturalistico straordinario. Ogni visione di turismo presente e futura non potrà prescindere dalla sua valorizzazione e promozione”. Ha dichiarato l’ assessore al Turismo e Cultura Manuela Schiano, proseguendo: “Attraverso interventi formativi a favore soprattutto dei giovani studenti delle nostre scuole, punteremo al consolidamento di quei valori fondamentali di rispetto e tutela dell’ambiente  sui quali crediamo debba fondarsi ogni società civile”.

Nel Comune di Capri, il Sindaco Marino Lembo saluta così il riconoscimento di bandiera blu al Porto Turistico, tra i dieci approdi scelti in Campania da circa un decennio: “Siamo felici di poter vedere sventolare anche quest’anno l’importante vessillo, e ci prepariamo a vivere un’estate certamente diversa. Il blocco delle attività in seguito all’emergenza Covid-19  è coinciso con una vera  e propria riscoperta del nostro mare; ha aperto gli occhi di molti sulle meraviglie naturalistiche che circondano la nostra bella isola, spingendo noi tutti a considerare sempre più il mare come una risorsa da difendere ad ogni costo.”

Sono tante le sfide che ci troveremo ad affrontare a livello sia globale che locale, basti pensare ai cambiamenti climatici, all’inquinamento da plastica , alla perdita della biodiversità, l’augurio è che si avviino i giusti interventi politici atti a tutelare i nostri litorali e allo stesso tempo che cresca nei cittadini la consapevolezza di vivere in piccoli paradisi azzurri da preservare.