Fase 2, sbarchi in aumento Potenziati i collegamenti

0
261

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Capri sicura ma anche accogliente se si vuol ripartire, intanto si ampliano i collegamenti marittimi con la terraferma. Oggi dovrebbe iniziare definitivamente la fase due sull’isola azzurra ed anche nella vicina penisola sorrentina. Le nuove disposizioni governative e regionali meno stringenti dovrebbero portare ad un aumento degli sbarchi sulla terra dei Faraglioni che ha riorganizzato, come fatto anche da Sorrento, tutto il sistema porto con movimento alle banchine disciplinato e sezionato da apposita segnaletica orizzontale. Da oggi la Navigazione Libera ha fatto sapere attraverso i propri canali social di aver potenziato i collegamenti tra Capri e la terraferma. Un nuovo orario di partenza alle 9.30 da Napoli per l’isola azzurra e una corsa alle 13.40 da Capri per la tratta inversa, un primo segnale di ritorno ad una lenta normalità mantenendo le ovvie regole. La società di navigazione ha ricordato l’obbligo di indossare la mascherina a bordo dei mezzi ed ha raccomandato vivamente l’utilizzo di guanti monouso. E ora si passa alla gestione dei primi flussi turistici che nelle prossime settimane potrebbero man mano riversarsi, o almeno così sperano gli operatori del terziario isolano, verso le località vacanziere. Obiettivo degli addetti ai lavori capresi è quello di concertare con le istituzioni un meccanismo che metta insieme sicurezza e accoglienza. Se da un lato vanno mantenute rigidamente tutte le disposizioni previste dai protocolli, infatti, dall’altro come hanno rilevato commercianti e addetti ai lavori soprattutto della zona portuale di Marina Grande, l’isola va resa funzionale all’ingresso di turisti ed al movimento incoming. In questo senso si pensa ad un incremento dei collegamenti sulla linea Capri-Sorrento e Capri-Napoli e conseguenti accorgimenti diversi rispetto all’attuale capienza prevista per i trasporti terrestri in modo da offrire (sempre mantenendo il rispetto delle norme sanitarie), un servizio in linea con le aspettative dei turisti che vogliono provare a regalarsi una pausa che abbia l’atmosfera di una vacanza il più normale possibile.