De Luca annuncia: con la fase 2 riparte il Frecciarossa da Milano al Cilento e riprende il metrò del mare per Capri e costiera

0
1966

Fonte: Il Mattino

di Carmela Santi

Anche se la stagione turistica sarà precaria, manterremo il servizio Frecciarossa Milano-Cilento e il Metrò del Mare per le isole. È un gesto di fiducia per il futuro». Lo ha annunciato nei giorni scorsi il governatore della Campania, Vincenzo De Luca. La consueta diretta su Facebook per aggiornare sull’ emergenza coronavirus è stata l’ occasione per togliere ogni dubbio sui due servizi di trasporto turistico per il territorio a sud di Salerno. Il Metrò del Mare e il Frecciarossa dunque nonostante l’ emergenza covid non verranno cancellati. Il Governatore ha chiarito che entrambi i servizi prenderanno il via nella stagione estiva. Il Frecciarossa sarebbe già dovuto arrivare nel Cilento, ma Trenitalia da tempo ha cancellato numerose corse ferroviarie. Per quanto riguarda il Metrò del Mare, invece, questo sarebbe dovuto partire a giugno e pandemia permettendo, non subirà ritardi. La notizia è stata accolta positivamente dagli operatori turistici. Frecciarossa ed Alta Velocità, infatti, potranno essere un servizio importante considerate le limitazioni, almeno per quest’ anno, per il turismo estero. Il presidente della Regione ha anche affermato che sarà sviluppata «una campagna promozionale per il turismo in Campania».

L’ INCENTIVO L’ obiettivo è quello di incentivare i vacanzieri, se e quando sarà possibile spostarsi, di scegliere il Cilento. «Manterremo il servizio del Frecciarossa da Milano al Cilento e il metro del mare, è un gesto di fiducia per il futuro». Il Sud Italia rimarrà collegato con il resto d’ Italia. Il Parco Nazionale del Cilento sarà coperto come lo scorso anno con quattro stazioni di sosta, ovvero Agropoli, Vallo della Lucania, Palinuro, Camerota e Sapri. Da qui, ultimo stop del treno ad alta velocità, il convoglio tornerà verso nord. Il Metró del Mare collegherà il Cilento con la costiera Amalfitana e l’ isola di Capri. Le due misure sono state annunciate in attesa dell’ attuazione della «fase 2», che dovrebbe iniziare a far muovere anche il settore turistico al momento completamente fermo e con un futuro incerto. Le parole di De Luca fanno ben sperare. All’ annuncio del Governatore ha fatto seguito quello dell’ assessore regionale al turismo Corrado Matera per i titolari di stabilimenti balneari. «Ho ufficialmente ricevuto dal sottosegretario del Mibact, Lorenza Bonaccorsi, la comunicazione della sospensione dei procedimenti di riassegnazione delle concessioni balneari. Il Ministro Dario Franceschini ha proposto di inserire nel prossimo decreto di aprile la proroga delle concessioni balneari fino al 2033». La sospensione si è resa necessaria in questo momento di crisi, per dare certezza agli operatori economici che esercitano la propria attività di gestione di stabilimenti balneari. La proroga rende valide fino al 2033 le concessioni in vigore.