Covid -19: il sindaco personalmente verifica gli sbarchi e la polizia sanziona tre panetterie

0
308

Fonte: Il Mattino

di Anna Maria Boniello

Niente pane dal forno per gli abitanti dell’isola di Capri. Il motivo è dovuto all’intervento degli agenti del commissariato di polizia, che nell’ambito dei loro controlli hanno scoperto che gli esercenti oltre al pane vendevano anche prodotti di pasticceria e rosticceria. Oltre alla sanzione, i poliziotti hanno decretato anche la chiusura per tre giorni dei tre forni sparsi sul territorio isolano fra Capri e Anacapri. «Sull’isola esistono solo tre esercizi di panetteria, meglio differire la sospensione delle attività al post emergenza e con una turnazione» chiede la delegazione caprese dell’Unione Nazionale dei Consumatori, che ha sollecitato l’intervento dei due sindaci isolani per sospendere l’esecutività del provvedimento, applicando la multa ma rimandando a quando sarà finita l’emergenza la chiusura delle tre attività che potrà essere prevista con una turnazione. Si vuole evitare infatti che gli unici destinatari del provvedimento di interdizione, più che i contravventori, diventino i cittadini. La richiesta dei consumatori capresi è al vaglio degli amministrazioni per le valutazioni del caso.

GLI SBARCHI Intanto la rete di controlli per tutelare l’isola ed i suoi abitanti continua ad infittirsi sempre più. Ieri mattina addirittura a verificare l’arrivo delle merci sulla banchina del porto nell’area denominata la Banchinella, dove attracca il maxi traghetto Caremar, c’erano schierati il sindaco Marino Lembo con il presidente della Capri Servizi, il responsabile della Protezione Civile e degli uffici tecnici comunali e un grosso nucleo di forze dell’ordine per effettuare uno screening totale sugli autoveicoli arrivati dalla terraferma per trasportare merci e beni di prima necessità. Come da ordinanze dei giorni scorsi, è stata verificata la tracciabilità delle merci dall’arrivo a Capri fino alla destinazione così come è stato verificato il corretto possesso delle certificazioni necessarie per sbarcare a Capri. A tutti è stato reso noto che da oggi senza avere indosso mascherine, guanti, tute e abbigliamento di protezione idoneo non sarà più consentito mettere piede sull’isola. Controllati circa cento veicoli, sanificati da parte del personale della Capri Servizi tutti i veicoli sul porto prima di intraprendere il percorso lungo le strade carrozzabili dell’isola. «Un’attività – ha detto il sindaco di Capri – che proseguirà sino al 14 aprile, per evitare che sull’isola sbarchino oltre ai furbetti delle vacanze anche veicoli non autorizzati».