Buoni spesa: il Comune di Capri stanzia centomila euro extra

0
889
;

Fonte: www.ilmattino.it

di Anna Maria Boniello

Capri nell’era del coronavirus comincia ad accusare gli effetti della crisi economica legata all’epidemia che sta investendo tutti i settori e in particolare quello del turismo che è fortemente legato all’economia caprese. Il decreto per il sostegno alle famiglie in difficoltà emanato dal Governo, destina ai comuni italiani 400 milioni di euro ripartendo la somma secondo il numero degli abitanti residenti ed in base al rapporto fra tra reddito procapite del comune e quello nazionale.

Dei 400 milioni, al Comune di Capri arriverà una somma di appena 37.800 euro per cui il sindaco di Capri Marino Lembo ha riunito la giunta ed ha dato indirizzo all’assessorato al Bilancio di reperire dai fondi comunali un importo utile da aggiungere ai fondi dello Stato per poter fronteggiare l’emergenza, in considerazione dello stato di chiusura di tutte le attività economiche presenti sul territorio comunale.
L’intervento del Comune è stato chiamato «Spesa di solidarietà alimentare».

L’assessore al bilancio e alle politiche sociali Salvatore Ciuccio ha reperito nell’immediato la somma di circa centomila euro che attraverso voucher dell’importo minimo di 50 euro saranno distribuiti alle famiglie tenendo conto che l’importo del buono spesa potrà essere aumentato in relazione al numero dei componenti dei nuclei familiari e potrà arrivare a circa 500 euro da utilizzare per la spesa alimentare. La proposta è stata approvata all’unanimità dalla giunta che si è riunita in video conferenza e ieri sul sito del Comune sono stati pubblicati la delibera ed i moduli riservati ai residenti a Capri che fissano i requisiti necessari per ottenere i voucher. I moduli si dovranno presentare entro la scadenza fissa al prossimo lunedì 6 aprile.

«Vogliamo raggiungere e aiutare quanti più cittadini è possibile – ha detto il sindaco di Capri, Marino Lembo –  Potranno presentare la richiesta anche i lavoratori stranieri residenti a Capri ai quali con questa iniziativa vogliamo dimostrare la nostra attenzione».

«Con la somma di 37.800,00 euro non avremmo soddisfatto le esigenze di nessuno – continua l’assessore al Bilancio e alle Politiche Sociali, Salvatore Ciuccio – per partire subito. abbiamo reperito i primi 100.000 euro. Nelle prossime settimane valuteremo la possibilità di altri interventi in base all’evolversi della situazione».