Coronavirus ad Anacapri, nota dell’Asl Napoli 1 Centro: paziente costantemente monitorato, provvedimenti contro chi tenterà di violare privacy

0
542

da redazione

All’ufficializzazione del primo caso di coronavirus ad Anacapri annunciato ieri sera dal sindaco Alessandro Scoppa con un post su facebook e dopo la successiva rapida diffusione della notizia sull’isola, ha fatto seguito una nota di precisazione del Dipartimento di Prevenzione Asl Napoli 1 Centro  pubblicata anche questa sulla pagina istituzionale del Comune di Anacapri. Nella nota firmata dal dottor Giovanni Garofalo, l’ASL ha fornito precisazioni sull’iter seguito nel monitoraggio del paziente infetto. “Si tiene a precisare – è scritto – che già sul traghetto il soggetto era munito di mascherina e guanti, che da parte del sottoscritto sono stati identificati i possibili contatti, raggiunti e messi in isolamento. Una volta giunto a destinazione, il soggetto è stato messo in isolamento in altra struttura non di residenza per cui con i familiari non sono stati contattati dopo il suo rientro. Il soggetto è monitorato e le sue condizioni sono buone tanto da permettere il suo permanere nel domicilio di isolamento”.  Con la stessa nota, il Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Napoli 1 Centro ha anche avvisato i cittadini che “la morbosa ricerca del nome del paziente è contro legge e che saranno presi seri provvedimenti con chiunque dovesse venire a conoscenza del nominativo per motivi professionali e dovesse rivelarlo all’ opinione pubblica”.