Svolta a Capri alloggi gratuiti per i medici

0
1101

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Medici e personale sanitario alloggiati gratuitamente a Capri da dedicare esclusivamente all’ospedale “Capilupi” e scongiurare così il rischio di contagio. “Nei momenti più gravi di un popolo – ha detto il sindaco di Capri Marino Lembo attraverso le pagine social ufficiali dell’amministrazione comunale – la presenza concreta ed operativa di chi rappresenta le istituzioni è fondamentale ed inequivocabile per affrontare le avversità ed attuare tutte le misure necessarie al superamento delle stesse”. E per scongiurare il diffondersi delle infezioni da coronavirus “si sta affrontando la complessa problematica della struttura organizzativa dell’ospedale Capilupi – spiegano dall’amministrazione comunale -composto prevalentemente da personale non isolano e quindi soggetto a pendolarismo quotidiano, con il rischio di vanificare tutti gli sforzi e sacrifici fino ad oggi compiuti”. Il primo cittadino unitamente al consigliere delegato alla sanità Bruno D’Orazi hanno sollecitato le competenti autorità “a rimuovere necessariamente e tempestivamente i rischi di contagio – si legge – attivando personale dedicato esclusivamente al presidio isolano, alla rete dell’emergenza 118 di servizio sull’isola e del personale ambulanza di trasporto secondario”. L’amministrazione comunale di Capri ha anche fatto sapere di essere pronta a “sostenere ogni iniziativa che l’Asl Napoli 1 Centro intenda praticare per risolvere la problematica evidenziata, anche con la disponibilità di alloggi gratuiti”. Una richiesta che come commentato da “Art.32 – Salviamo il Capilupi” il comitato civico isolano guidato dall’avvocato caprese Concetta Spatola “è fondamentale venga accolta nel più breve tempo possibile. Noi abbiamo bisogno di personale dedicato esclusivamente nel nostro presidio e stabile sul posto”. Lo stesso comitato nelle scorse ore aveva anche chiesto “un percorso ad hoc per le persone che sono in procinto di partorire”. Intanto l’associazione “Capri senza barriere” lancia la campagna “Emergenza Covid-19: aiutiamo il Capilupi”, una raccolta di fondi in favore dell’unico ospedale dell’isola azzurra. “Seguendo l’esempio di alcuni benefattori – dicono dall’associazione guidata da Michele Lembo – che in questi ultimi giorni sono scesi in campo con generosissime offerte per l’acquisto di attrezzature mediche specifiche, abbiamo deciso di dare una mano e di avviare una catena umana di solidarietà attraverso donazioni online anche di piccoli importi che potranno portare ad un grosso risultato”.