Sull’isola della solidarietà ventilatori donati al Capilupi

0
464

Fonte: Metropolis

di Marco Milano

Ventilatori per la terapia intensiva, Capri isola della solidarietà e parte la catena di donazioni all’unico ospedale della terra dei Faraglioni. A dare il via è stato Franco Senesi, imprenditore caprese, titolare della Liquid Art System che ha acquistato un apparecchio per la terapia intensiva che arriverà sull’isola già nelle prossime settimane per farne dono al nosocomio caprese. «Difendiamo finché possia- mo la nostra comunità ha detto – non aspettiamo che gli altri lo facciano per noi». L’imprenditore ha voluto così rendere noto il gesto nella speranza di poter essere se- guito da altri. Detto fatto, ora a Capri esiste un circuito solidale. Un vero e proprio sistema di raccolta donazioni a favore dell’unico nosoco- mio isolano coordinato dal medico ospedaliero caprese Paolo Falco che presta ser- vizio presso l’ospedale del Mare di Napoli e in via volontaria anche al Capilupi di Capri e la supervisione del direttore generale dell’Asl Na 1 Centro Ciro Verdoliva. Dopo Senesi è stata una si- gnora residente a Roma con un paziente anziano sull’iso- la a mettere a disposizione dell’ospedale Capilupi la somma di diecimila euro. Il contributo verrà utilizzato, sempre con il coordinamen- to del medico Paolo Falco e dell’Asl Na 1 per l’acquisto di apparecchiature per il massaggio cardiaco esterno. In questa situazione emergenziale ha spiegato Paolo Falco – attraverso l’ausilio di piccoli contributi di privati, si potrebbe attrezzare una camera sub-intensiva da Capri con apparecchiature di monitoraggio e possibilmen- te due ventilatori necessari nella pre-degenza alla terapia intensiva per gli eventuali pazienti che poi dovranno essere trasferiti da Capri a Napoli. E delle ulteriori donazioni giunte da altri imprenditori e privati una parte è già stata impiegata per l’acquisto di cento mascherine omologate per i sanitari dell’ospedale caprese mentre un gruppo di imprenditori capresi a breve acquisterà un secondo ventilatore per la rianimazione. Ordinanze restrittive all’arrivo dei non residenti sull’isola, infine, da questa mattina la Funicolare di Capri rimodula i propri orari. Ultima corsa alle ore 19 dalle stazioni di Capri e di Marina Grande e piano partenze senza interruzioni durante la giornata. «I nuo- vi orari ha fatto sapere la società – sono stati elaborati dopo l’ordinanza che vieta lo sbarco ai lavoratori e pendo- lari non residenti. Il servizio sarà effettuato da personale tutto residente o domiciliato a Capri».