Anacapri, la didattica green ai tempi del coronavirus

0
147

Fonte: www.ilmattino.it

di Mariano Della Corte

L’Istituto Comprensivo V. Gemito di Anacapri aderisce per il quarto anno alla manifestazione M’Illumino di Meno, promossa già da 15 anni dalla trasmissione CATERPILLAR di Rai-Radio2, per incentivare buone pratiche nel risparmio energetico e nel rispetto dell’ambiente. Quest’anno Caterpillar propone di piantare alberi, che svolgono il vitale compito di assorbire CO2 e rilasciare ossigeno, anche in coerenza con gli allarmi sul riscaldamento globale che vengono da tutta la comunità scientifica. Così l’Istituto Gemito ha deciso di aderire alla manifestazione con un progetto coordinato e promosso dalla docente di Tecnologia, Maria Luisa Esposito, volto alla realizzazione di un giardino comune da realizzare in un’area comunale che versa in condizioni di degrado e abbandono. LEGGI ANCHE Coronavirus a Napoli, riapre il pronto soccorso del Cardarelli: «Grazie a medici e sanitari» Ha dichiarato la docente di Tecnologia Esposito: ho trattato nelle classi terze il tema, nell’ambito della studio generale sull’Energia e le sue fonti, e, come da oramai quattro anni, propongo ai miei allievi di essere attori consapevoli nella sempre più numerosa comunità di Caterpillar, che vede l’Alto Patrocinio della Comunità Europea, della Presidenza della Repubblica, del Ministero dell’Ambiente della Camera dei Deputati. Per l’occasione, con l’approvazione della Dirigente Ingenito, ho chiesto al Comune di Anacapri l’adozione di uno spazio da destinare a verde situato tra l’edificio comunale e l’Istituto A. Munthe, per creare un piccolo giardino con tre essenze ad alto fusto e piante vedi e da fiore. L’Amministrazione Comunale, che ringrazio sentitamente, ha prontamente aderito al progetto e concesso lo spazio, oltre ad assicurare tutta l’assistenza possibile. Per il progetto si è prestata attenzione a privilegiare piante verdi e da fiore bulbose e da rizoma, perenni e rifiorenti, abbastanza rustiche, che non richiedono eccessiva irrigazione, che si riproducano nel tempo e che richiedono una minima manutenzione. L’obiettivo è piantare un bulbo o una pianta per ogni allievo. Il progetto, che sarà avviato alla ripresa dell’attività didattica, è molto articolato e prevede un impegno degli allievi a 360 gradi, con il supporto tecnico del Comune di Anacapri, nel recupero e bonifica dell’area verde ed inoltre la collaborazione di genitori, zii e nonni che potranno donare bulbi e rizomi ai piccoli allievi e fungere da guardiani morali dell’area verde, nelle vesti di esperti e competenti giardinieri. Proprio per incentivare il senso di appartenenza e di collaborazione è stato coinvolto, secondo il principio della continuità didattica, anche l’Istituto Superiore Axel Munthe, attraverso la dirigente scolastica Antonella Astarita e il prof. Marco Milano che si faranno promotori dell’iniziativa anche agli allievi del Munthe, con l’intento di generare unoSpazio Comuneche cresca nel tempo e generi bellezza e serenità per tutta la comunità.