Pace fatta tra Capri ed Anacapri, stretta di mano fra i sindaci riuniti dall’Ascom

0
366

Fonte: Il Mattino

di Anna Maria Boniello

Pace fatta tra Capri ed Anacapri. La stretta di mano tra i due sindaci è avvenuta martedì sera nelle sale della mediateca Mario Cacace di Anacapri, dove si è svolta l’assemblea promossa dall’Ascom di Anacapri e che ha visto la partecipazione dei rappresentanti dei due Comuni isolani e di Federalberghi, Ascom Capri, Legambiente, Unione Consumatori Isola di Capri e Capri Excellence e altre associazioni attive sul territorio. L’interruzione dei rapporti istituzionali, voluta dal sindaco di Anacapri Alessandro Scoppa, fu provocata dalla revoca, da parte della nuova amministrazione del Comune di Capri guidata dal sindaco Marino Lembo, della delibera sullo studio di fattibilità della funicolare interrata Marina Grande-Capri-Anacapri, proposto dal Comune di Anacapri e approvato dalla precedente amministrazione di Capri. All’incontro di ieri, il Lembo ha ribadito le motivazioni alla base di quella revoca, ovvero il mancato coinvolgimento della cittadinanza e delle categorie imprenditoriali capresi, da parte della precedente amministrazione, sull’approvazione del suddetto studio di fattibilità. Il primo cittadino caprese ha poi sottolineato la necessità di lasciarsi alle spalle questa polemica e ritornare ad affrontare, insieme con il Comune di Anacapri, le problematiche che affliggono l’intera isola, prime tra tutte quelle del diritto alla casa, della sanità, della mobilità interna e dei collegamenti tra i due Comuni. Su quest’ultimo argomento, Lembo ha individuato alcuni punti strategici, tra cui quello di decongestionare il raccordo delle strade provinciali nell’area dei Due Golfi e di realizzare, in maniera condivisa, un nuovo collegamento tra i due Comuni, in un’ottica di sistema integrato dei trasporti. Su questi e altri temi di interesse comune sarà riattivato il tavolo tecnico e di concertazione intercomunale.