Comitato Civico art.32 Capri SALVIAMO IL CAPILUPI: illustrate le richieste per il sistema sanitario

0
109

Comitato Civico art.32 Capri SALVIAMO IL CAPILUPI

Siamo molto soddisfatti dell’assemblea di oggi. La forte affluenza ci testimonia, come sempre, quanto è sentito il problema sanitario della nostra Isola. Costruttivo ed essenziale l’intenso dialogo tra tutte le figure istituzionali, di due Sindaci, il delegato alla salute di Capri e il dott. Falco. Credo sia la prima volta che amministrazioni ed opposizioni interloquiscono in questo modo per il bene comune ed essenziale e ciò ci rende un po’ più sereni, nonostante i tantissimi problemi ancora da affrontare. Fondamentale portare avanti le nostre richieste nelle sedi opportune. Alcune di competenze regionali, altre da trattare con l’Asl e altre ancora da discutere con i Comuni stessi. Fondamentale nell’immediato cercare di rendere quanto più sicura la vivibilità nel nostro Paese, specie in vista dei lavori prossimi ad iniziare che inevitabilmente dureranno un bel po’.

Ci scusiamo se, inevitabilmente, non siamo riusciti a parlare di tutto. Ci sono tanti temi che dovrebbero essere affrontati, ma che sicuramente affronteremo in una prossima assemblea che cercheremo di fissare non appena avremo novità.

Mi spiace aver dimenticato di ringraziare pubblicamente i Forum dei giovani di Capri ed Anacapri con i quali è iniziata un’intensa collaborazione. Nel nostro Direttivo, ormai, fanno parte “di diritto” i delegati alla salute dei due Forum e tutti gli altri membri, in primis i loro Presidenti, sono benvenuti ogni qual volta lo desiderano ed abbiamo con tutti loro stretto una grandissima collaborazione che ci arricchirà sicuramente perché sono giovani preparati ed interessati al bene comune.

Insomma noi ce l’abbiamo messa tutta e continueremo a farlo. Grazie, grazie a tutti per l’appoggio ed il rispetto che ci è stato rivolto. Siamo entusiasti anche se sappiamo che in mano abbiamo la materia più delicata che esiste.

Fondamentali nell’immediato le nostre richieste: 1) dislocare le due ambulanze di 118 che dovrebbero essere posizionate una in ospedale e una ad Anacapri per abbattere i tempi di percorrenza; 2) dotare tutte le spiagge pubbliche di bagnini per il primo intervento; 3) puntare ad ottenere protocolli specifici per aree specialistiche con posti dedicati nei Dea di Napoli per l’accoglienza delle nostre emergenze; 4) dotare al più presto possibile la sala operatoria di personale dedicato.

Nei prossimi giorni daremo contezza precisamente di tutti i temi trattati e delle richieste che saranno inoltrate e vi faremo sapere dove continuerà la raccolta delle firme da accompagnare alle nostre richieste. Cercheremo dei punti di raccolta e vi daremo notizia. Grazie ancora e buona serata.

il presidente Concetta Spatola